QUI PAVIA. RECUPERATI IN EXTREMIS CAPOGROSSO E STATELLA, UNICO DUBBIO A CENTROCAMPO TRA CINELLI E VERRUSCHI. ROSELLI: NON DOBBIAMO AVERE FRETTA, SI DECIDERA’ TUTTO A FERRARA TRA SETTE GIORNI. PREVISTA FORTE PIOGGIA

di Luca Calvi

Sarà probabilmente piovoso il pomeriggio del “Fortunati” stando agli ultimi aggiornamenti delle previsioni meteo. Il Pavia parte senza il favore del pronostico, visto che nei centottanta minuti contro la Spal dovrà perlomeno vincere una delle due partite e segnare almeno un gol in più degli avversari. Ma c’è molta fiducia in via Alzaia. Il tecnico Roselli, fresco di rinnovo, punta molto sulla gara di andata anche se probabilmente si deciderà tutto tra due domeniche a Ferrara. “Giochiamo senza timore – dice l’allenatore azzurro – rispettando la Spal, che è un’ottima squadra. Cercheremo di fare la partita, ma dobbiamo stare attenti perché in avanti loro sono molto forti”. Vincere sì ma senza fretta. “E’ importante per noi fare bene in casa nostra, anche se bisogna considerare che non sarà decisiva la partita di andata. Dobbiamo giocare come sappiamo, poi alla gara di Ferrara penseremo una volta chiusa la sfida di andata”.
Due settimane di lavoro intenso per il Pavia, che non ha perso l’entusiasmo dopo l’incredibile girone di ritorno chiuso comunque con il terz’ultimo posto in classifica. La società spera di riempire le tribune dello stadio, anche se il pubblico pavese è stato piuttosto freddo durante tutta la stagione. Sarà comunque una gara tattica, dove entrambe le formazioni staranno molto attente a non scoprirsi troppo. Una vittoria per parte nelle due sfide di campionato: 4 a 0 per i ferraresi all’andata, 1 a 0 azzurro al ritorno con gol di Cesca al novantesimo. E sarà proprio Alessandro Cesca l’arma in più di Roselli. La squalifica di Mattia Marchi impone scelte obbligate al tecnico del Pavia, e così in avanti sarà la coppia Falco-Cesca a cercare di far male alla retroguardia ospite. Unico dubbio a centrocampo, con Cinelli favorito su Verruschi. Ma Roselli è abituato alle scelte dell’ultimo momento. Dietro invece ha recuperato Capogrosso, dopo il brutto infortunio al setto nasale di due settimane fa. Dovesse sentire dolore toccherà a Gheller. 
La probabile formazione del Pavia (442): Facchin, Capogrosso, Fissore, Fasano, Pezzi; Statella, Meza Colli, Carotti, Cinelli; Cesca, Falco. In panchina: Cacchioli, Gheller, Meregalli, Bufalino, Verruschi, Dall’Oglio, D’Errico. All.: Roselli.

0