UNA MAGLIA PER L’EMILIA: DOMANI IL VIA ALLE ASTE BENEFICHE. E CI SONO ANCHE DUE MAGLIE D’ANNATA DELLA SPAL…

minispot-la parola agli ex 4Il conto alla rovescia è quasi finito e sul sito dell’iniziativa “Una Maglia per l’Emilia” è già possibile prendere visione del primo set di maglie messo all’asta da Michele Paramatti per raccogliere fondi in favore delle popolazioni terremotate. Casacche raccolte in quasi vent’anni di carriera, scambiate sul campo o regalate da compagni e amici. Da domattina via ufficiale alle offerte, con base d’asta di duecento euro e rilanci minimi di cinque. Tanti i pezzi unici e interessanti che sicuramente stimoleranno l’interesse di collezionisti e appassionati, vedere per credere: dal numero dieci dell’allora fenomeno interista Ronaldo al ventuno di un altro pallone d’oro come Zinedine Zidane.
Ma anche maglie raccolte in giro per l’Europa (Arsenal, Barcellona, Lione, Porto, Rosenborg) e altre provenienti dai tanti campi di provincia visitati da Paramatti nelle sue esperienze con Spal e Bologna. A proposito: sono due le casacche dell’Ars et Labor disponibili all’asta. Una è tinta del classico biancazzurro a strisce e risale al campionato 1992/93, l’altra invece è rossa ed è stata utilizzata la stagione successiva. L’ex difensore spallino si è detto molto felice dell’attenzione sollevata dalla sua idea: da martedì, giorno della presentazione ai media, il sito ha già fatto registrare oltre duemila visite. 

Il link all’articolo sulla presentazione ufficiale: http://www.lospallino.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3687

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0