ULTIMO ALLENAMENTO PRIMA DELLA PARTENZA PER IL RITIRO, INTANTO VAGNATI SMENTISCE L’ARRIVO DI MORGA

Caldo afoso nel Centro di via Copparo per l’ultimo allenamento prima della partenza per il ritiro di Sant’Agata Feltria previsto per domani mattina. Solo dieci minuti di ritardo rispetto alla tabella di marcia. Si inizia con una corsetta leggera, mister Rossi invita a “non strappare”. In testa al gruppo Varricchio, Dal Rio e Capellupo. Leonardo Rossi interrompe la corsa chiedendo alla squadra di svolgere esercizi. Dopo un quarto d’ora la rosa spallina viene divisa in quattro gruppi di lavoro: nel Campo 1 agli ordini di mister Rossi un gruppo di quattro difensori si esercita sulla fase difensiva. E’ lo stesso Rossi a dettare tempi e movimenti. Ai difensori si unisce il portiere Govoni. Nell’altra metà del campo Stefano Baldoni lavora sulla fase offensiva con centrocampisti e attaccanti. Nel Campo 2 per il resto del gruppo si svolge il lavoro atletico sotto gli occhi di Duina. Nel Campo 3 l’allenatore dei portieri Scalabrelli si occupa di De Marco e Coletta. Trascorre un altro quarto d’ora e i giocatori sul Campo 1, che prima formavano due blocchi distinti, lavorano assieme. Si inizia col giro palla, la costruzione del gioco a partire da dietro, poi si prende confidenza con movimenti e distanze tra i reparti.
Una dozzina di over 65 sfida il caldo pomeridiano riparandosi con la poca ombra che c’è sulla tribunetta del Centro. Le indicazioni di Leonardo Rossi sono per i nuovi e in particolare per Falcier, Di Quinzio e Lo Sicco. L’allenatore sottolinea con un applauso e incoraggiamenti ogni azione. Quindici minuti e al campo 1 cambiano i protagonisti. Chi ha lavorato nella prima parte con Duina passa agli ordini di Baldoni e Rossi e viceversa. Arriva anche il diesse Vagnati in tribunetta. De Marco dà il cambio a Govoni. Nel secondo gruppo sono Piaggio, Vita e Montorsi che ricevono i moniti dell’allenatore. Poco più di un’ora di lavoro, poi la partitella. Non manca qualche calcione, apprezzabile l’impegno di diversi elementi: Capellupo buca De Marco con una combinazione veloce con Lo Sicco per quelli in casacca. E’ Lazzari a riequilibrare il punteggio al termine di una serpentina. Cresce l’intesa Varricchio-Cozzolino, i due si cercano di continuo. Alle 18,15 termina la seduta pomeridiana. Da domani, la S.P.A.L. preparerà la stagione agonistica 2013/2014 nel ritiro sull’appenino romagnolo.

MERCATO – La presenza del diesse Davide Vagnati in tribunetta è l’occasione per fare il punto della situazione sul mercato: “Per ora continuiamo a muoverci per un difensore centrale di categoria superiore che possa guidare il reparto. Le voci su Morga? E’ un buon giocatore, ma non abbiamo mai parlato, quelle messe in giro sono cose infondate. La nostra priorità resta Personé, aspettiamo le decisioni sul giocatore dell’Albinoleffe. Restano con noi Capellupo e i ragazzi in prova Lo Sicco e Piaggio. Li valuterà il mister in ritiro. Per il centrocampista e altri eventuali movimenti di mercato se ne riparlerà dopo il 15 agosto. Le avversarie? Al momento Mantova e Alessandria quelle che si sono mosse meglio sul mercato. Non faranno calcoli per l’età media degli undici in campo”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0