DOPPIA SEDUTA PER I BIANCAZZURRI: AI BOX LAZZARI E ROSSETI. ROSSI: ABBIAMO GIA’ UN’IDENTITA’

Il motore dei biancazzurri non si ferma un attimo: doppia seduta anche oggi sul bellissimo campo di Sant’Agata Feltria all’indomani della prima (e vincente) uscita stagionale contro la Sampierana. “Non era facile” – attacca Leo Rossi – “Era la prima partita dopo neanche una settimana di lavoro e con alle spalle carichi non indifferenti. Al di là della prestazione dei singoli, mi è piaciuto l’atteggiamento, i ragazzi in campo si cercano e si trovano, sanno quello che vogliono, ho visto buone cose, stiamo parlando di una squadra nuova, non dobbiamo dimenticarlo, che dalla mattina alla sera è diventata S.P.A.L. con tutte le cose belle ma anche le pressioni inevitabili che questo comporta”. Mattina sotto il sole, pomeriggio dedicato alla tattica che si è svolto sotto un temporale che, dopo quasi un’ora e mezza ininterrotta, ha portato un po’ di frescura al gruppo ferrarese sulle alture della Valmarecchia. Ai box sono rimasti Rosseti e Lazzari che devono fare i conti con qualche acciacco fisico di troppo rimediato in amichevole, sempre fermo anche Falcier per cui i tempi di recupero sembrano allungarsi. Sul mercato Leo Rossi è lapidario: “La squadra necessita di un difensore centrale e di un attaccante, poi penso che possiamo tranquillamente partire così e vedere strada facendo se ci sarà o meno bisogno di altri accorgimenti in corso d’opera”. Domani doppia seduta, mentre mercoledì, sempre a Sant’Agata Feltria (fischio d’inizio ore 17:30), è già tempo della seconda sfida contro la Rappresentativa AIC composta da giocatori attualmente svincolati. “Credo che proverò soluzioni nuove” – dice il mister – “Ma sempre restando nell’ottica dell’età media, perché quella è la priorità assoluta del nostro campionato”. E sul tifo di ieri l’allenatore chiude così: “Anche ieri i nostri tifosi ci hanno accompagnato, è tanto l’affetto della nostra gente che proveremo senza dubbio a ripagarlo nel migliore dei modi durante la stagione”.   

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0