SI FERMANO IN QUATTRO. ANCORA A PARTE FALCIER E FANTONI. LEO ROSSI ASPETTA RUSSO PER LA DIFESA

Il giorno dopo la seconda amichevole del precampionato biancazzurro lavoro defaticante per i giocatori maggiormente impiegati contro la Rappresentativa Aic composta da calciatori svincolati. Seduta mattutina blanda quindi per i vari Cozzolino e Pandiani. Prova di schemi e possesso palla per il resto del gruppo. Nel pomeriggio invece si lavora di più rispetto al mattino. Varricchio e compagni in palestra nel primo pomeriggio, poi si ritorna sul terreno di allenamento di Sant’Agata Feltria lavorando sull’intensità e sulla tecnica, cercando di recuperare quanto non fatto nella giornata di ieri per via dell’amichevole. Poi alcune mini partitelle per concludere il pomeriggio. Out ancora Falcier e Fantoni che nei prossimi giorni lavoreranno a parte, mentre nel pomeriggio l’infermeria si affolla. Ben quattro spallini alle prese con l’affaticamento muscolare. Si tratta di Braiati, Paloni, Rosseti e Silvestri. Nicolai ancora in prova si è allenato con il resto del gruppo. In serata mister Leonardo Rossi ha analizzato nuovamente la gara amichevole con la Rappresentativa Aic: “Ho avuto indicazioni positive. E’ una squadra attenta, organizzata, grintosa e propositiva che sa quello che vuole. In dieci giorni siamo diventati una squadra. Qualcosa da migliorare? Ovvio che dopo dieci giorni la condizione atletica e l’inserimento di qualcuno nel gruppo non è al massimo, ma possiamo ancora crescere. Mi aspetto di più da qualche giocatore. Ma è normale, dello scorso anno solo 2 o 3 fanno parte dell’ossatura attuale della squadra”. E sull’arrivo del difensore centrale Rossi ha aggiunto: “Dovrebbe essere Russo (biennale per il difensore napoletano ex Perugia, ndr). Lo aspettiamo in ritiro per domani sera. Probabilmente sarà lui il nuovo acquisto ma, ripeto, aspetto la conferma quando sarà qui da noi”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0