La Berretti fa progressi: Nava, Veronesi e Cavallini stendono la Copparese dei giovani

S.P.A.L.-COPPARESE 3-2 (1-2)

S.P.A.L. (442): Ruscigno (dal 15′ s.t. Farinella); Lodi (dal 27′ s.t. Buttini), Saletti, Buttini (dal 1′ s.t. Deretti), Tidon; Guerriero (dal 1′ s.t. Righini), Atzori (dal 15′ s.t. Tomanin), Tomanin (dal 1′ s.t. Siciliano), Nava (dal 15′ s.t. Guerriero); Veronesi (dal 15′ s.t. Cavallini), Neodo (dal 15′ s.t. Mastella). All.: Pedriali.

COPPARESE(433): Rossi (dal 1′ s.t. Bianconi); Zagni (dal 1′ s.t. Agnolini), Veronese (dal 15′ s.t. Monti), Benini F., Tosi (dal 1′ s.t. Ansaloni); Benini J. (dal 10′ s.t. Baraldi), Maestri (dal 15′ s.t. Bressan), Pavan (dal 1′ s.t. Farinelli); Ferrara (dal 10′ s.t. Callegari), Amati (dal 27′ s.t. Grassi), Fiammanti (dal 1′ s.t. Magri). All.: Grassi.

ARBITRO: Marchesini di Ferrara.
MARCATORI: 6′ p.t. Benini F. (C); 20′ p.t. Nava (S), 37′ p.t. Ferrara (C); 14′ s.t. Veronesi (S), 44′ s.t. Cavallini (S).
AMMONITI: nessuno.
NOTE: giornata soleggiata con temperatura gradevole. Terreno in condizioni eccellenti. Spettatori 100 circa, presente in tribuna anche il direttore generale Davide Vagnati. Recupero pt 1′, st 0′. Angoli: 6 a 3 per la Copparese.

Nella prima uscita in quello che sarà il campo casalingo di campionato, la Berretti della S.P.A.L. ha colto una vittoria per 3-2 nel test contro la Copparese fresca di ripescaggio in Eccellenza. Quella offerta dalla selezione di mister Pedriali è stata nel complesso una buona prova, per quanto non scevra di sbavature – soprattutto difensive – che in futuro potrebbero costare care. Tuttavia l’aspetto fondamentale sta nella costante crescita sul piano fisico e organizzativo dei biancazzurri, che nell’occasione non potevano contare su ben otto giocatori tra infortunati e convocati in prima squadra.

Nonostante l’età media particolarmente bassa (21 anni), in avvio la Copparese appare meglio organizzata e impiega quattro minuti per sbloccare il risultato, seppure col beneficio della buona sorte. Sul calcio d’angolo di Maestri, Ruscigno è bravo a respingere la deviazione a colpo sicuro di Amati, ma non può nulla sul successivo rimpallo che capita sui piedi di Francesco Benini. Nell’occasione la retroguardia spallina pecca di scarsa prontezza di riflessi. Il gol non aiuta i ragazzi di Pedriali a ingranare le marce alte, tanto che la Copparese riesce spesso a stazionare nella trequarti offensiva pur non creando particolari ansie a Ruscigno. I pericoli principali vengono da situazioni di gioco fermo, con i fendenti messi a centro area dall’ex Maestri che spesso attraversano il campo senza essere intercettati dai difensori biancazzurri. Al 17′ ci prova Veronesi a dare la scossa ai compagni, liberando un destro dai sedici metri che costringe Rossi a una respinta verso il fondo. Sul corner è Tomanin il primo a piombare sul pallone, ma il suo colpo di testa termina alto. Gli ospiti non colgono i segnali di crescita degli avversari e finiscono col subire il pari poco dopo: l’1-1 viene confezionato sull’asse Tomanin-Nava, con l’esterno di centrocampo abile a infilarsi tra i dormienti centrali copparesi e a depositare alle spalle di Rossi. L’alto numero di errori su ambo i fronti dimostra l’evidente fase di rodaggio di entrambi gli schieramenti, tanto che non si contano le urla degli allenatori dalle panchine per apportare correttivi e dare indicazioni. L’equilibrio viene di nuovo spezzato nella parte finale di tempo, quando Jacopo Benini pennella un cross perfetto che chiede solo di essere deviato in rete di testa da Ferrara. L’attaccante Copparese non delude le attese e castiga Ruscigno, abbandonato dai propri centrali difensivi. Il vantaggio dà rinnovato entusiasmo a Maestri e compagni, tanto che appena un minuto dopo la rete è di nuovo Benini a impegnare il giovane portiere spallino. C’è ancora tempo per un altra botta dalla distanza di Veronesi, ancora una volta deviata da Rossi.

La ripresa inizia con la prevedibile serie di sostituzioni. La scompaginazione degli equilibri tattici di inizio gara crea continui ribaltamenti di fronte: al 6′ Atzori inventa in verticale per Veronesi, aggancio mancato di poco; al 9′ Ruscigno è bravo a sventare una sortita in area di Amati. Sull’ennesimo contropiede la S.P.A.L. coglie il punto del 2-2: bella azione condotta sulla sinistra da Nava, palla dentro per Righini che coglie il palo e tocco decisivo di Veronesi a due passi dalla porta. Lo stesso Righini ha la possibilità poco dopo di mettere il suo nome nel tabellino, ma il colpo di testa su cross di De Paola viene rimandato al mittente da Bianconi. Il finale vede le squadre particolarmente stanche e allungate e lo spettacolo beneficia: la Copparese fallisce almeno due nitide occasioni, una in particolare con Agnolini che spara fuori da una posizione estremamente favorevole. De Paola rende il favore all’avversario sprecando un assist di Mastella, fino a quando non arriva Cavallini a insaccare un chirurgico diagonale su un suggerimento di Guerriero. 3-2 e tutti sotto la doccia col sorriso.

LA PAROLA AL MISTER – A fine gara Massimo Pedriali è apparso soddisfatto di quanto visto: “Quello di oggi è un risultato che fa bene al morale, abbiamo giocato contro una squadra molto giovane, ma posso dire che stiamo migliorando. Anche in questa partita abbiamo creato parecchie palle gol. Chiaro che poi io guardo sempre il lato negativo, dobbiamo migliorare sui gol subiti, dietro ci sono meccanismi che vanno curati di continuo. Sono contento perché i ragazzi dimostrano di applicarsi con costanza e si vede che ci sono progressi anche sul piano fisico. Il nostro obiettivo è migliorare sotto il profilo tecnico, tattico e comportamentale perché ci sono situazioni in cui scaltrezza e furbizia ti permettono di portare a casa la partita. Noi a volte siamo un pochino ingenui, per cui bisogna lavorare con impegno”

In effetti oggi ti abbiamo visto particolarmente agitato per quanto concerne alcune giocate difensive dei ragazzi.
“Sì, ma è normale. Ci sono situazioni che anche se provate di continuo non funzionano, l’unico modo per renderle naturali è ripeterle finché non diventano automatiche. Abbiamo tempo per farcela”.

Per quanto riguarda l’attacco ti aspetti un ulteriore innesto o l’ingaggio di Veronesi potrebbe bastare?
“Veronesi penso vada verso la conferma, poi sta allo staff valutare certi aspetti. Però parlando con Orlandini mi è parso di capire che sia ritenuto un giocatore che può fare bene. E’ forte fisicamente, va sui colpi di testa e può far salire la squadra: è un ragazzo che va un po’ disciplinato perché qualche volta va per i fatti suoi, però può sicuramente fare comodo. Per il resto tra i ragazzi in prova ho visto bene anche De Paola che era alla prima uscita con noi, per il resto valuteremo come muoverci”.

A questo servizio ha contribuito Alessio Maini.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0