La S.P.A.L. supera il Bellaria con il minimo sforzo: mercoledì gara decisiva contro il Delta Porto Tolle

S.P.A.L.-BELLARIA IGEA MARINA 2-0 (1-0)

S.P.A.L. (442): Menegatti N.G.; Paloni 6, D’Orsi 6.5, Silvestri 6.5, Fantoni 6 (dal 30’ s.t. Rosseti N.G.); Pandiani 6, Landi 6.5, Capellupo 7, Vita 7; Varricchio 6.5, Cozzolino 6 (dal 18’ s.t. Lazzari 6). A disp. De Marco, Falcier, Cenerini, Braiati, Banzato. All.: Rossi 6.5.
BELLARIA IGEA MARINA (4141): Caroppo 6.5; Catalano 6, Boccaccini 6, Caidi 5.5, Beghetto 6 (dal 34’ Riccardi N.G.) ; Ulizzio 5.5; Caranci 6, Ferraioli 6.5 (dal 21’ s.t. Fioretti 5.5), Arzamendia 5.5, Lamberti 5.5 (dal 9’ s.t. Izzillo 6); Grandi 6. A disp. Capizzi, Varrella, Evangelisti, Del Pivo. All.: Pepe 6.

ARBITRO: Luciano di Lamezia Terme (Assistenti: Gnarra e Bandettini).
MARCATORI: 7’ p.t. Varricchio (S) e 34’ s.t. Pandiani (S).
AMMONITI: Silvestri (S), Lamberti (B), Arzamendia (B), Ferraioli (B), Boccaccini (B) e Varricchio (S).
NOTE: serata gradevole, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 1.100 circa (1.080 paganti).

FERRARA – Un gol per tempo e tutti a casa: la S.P.A.L. non delude le attese del proprio pubblico al debutto in gara ufficiale e archivia la pratica Bellaria con un buon 2-0 firmato Varricchio e Pandiani. Avvio di marca biancazzurra: al 5’ Fantoni mette in mezzo una gran palla sui piedi di Pandiani che si fa ipnotizzare da Caroppo in uscita. Vita, particolarmente ispirato, scombina i piani della difesa ospite, ma è capitan Varricchio, al 7’, a mettere il pallone alle spalle del portiere romagnolo: grande sgroppata di oltre trenta metri di Landi, tra i migliori del primo tempo, tiro centrale del centrocampista che Caroppo non trattiene e Varricchio, da due passi, elude la marcatura di Caidi e porta in vantaggio la S.P.A.L.

Il Bellaria non fa granché per impensierire i ferraresi, Ferraioli sulla destra è l’unico a provare a imbastire azioni degne di nota ma la realtà è che la compagine di Pepe non arriva mai negli ultimi venti metri. Al quarto d’ora è ancora Landi a provarci dalla distanza e Cozzolino, sulla traiettoria, è anticipato all’ultimo da Catalano. Al 18’ Fantoni svirgola clamorosamente una punizione di Capellupo, il Bellaria riparte in fretta e furia ma è magistrale il ritorno dell’esterno mancino biancazzurro. Applausi convinti del pubblico. La partita da questo momento vive una fase di stanca, la S.P.A.L. ha in Vita a sinistra un motorino perpetuo che gli avversari a fatica riescono ad arginare, mentre a destra Pandiani, non in grande serata, sbaglia più del dovuto, sia in appoggio, sia al momento di pescare la testa della coppia Varricchio-Cozzolino, anche lui non in serata di grazia. Il Bellaria, schierato con un 4141 molto coperto, gioca sull’agonismo (tre gli ammoniti nei primi 45 minuti), Capellupo ci prova dal limite dell’area di rigore, poi è una presunta mano di Catalano a far gridare al rigore nel finale di tempo, ma l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

La ripresa inizia con Vita sempre frizzante sulla corsia mancina, il binario di preferenza degli attacchi ferraresi. Al 9’ entra in campo Izzillo tra le fila degli ospiti – ex Berretti biancazzurra – due minuti dopo Silvestri, di testa, elude l’intervento a botta sicura di Grandi dopo un bel cross di Beghetto. S.P.A.L. bene solo nei primi venti minuti di gara e quando Capellupo non gira, come nella seconda fase della partita, è tutta la manovra biancazzurra a risentirne. Al 18’ Lazzari entra al posto di Cozzolino ed è Pandiani ad affiancare Varricchio al centro dell’attacco ferrarese: è proprio il capitano ad avere sui piedi il pallone del raddoppio dopo un bel cross di Capellupo dalla destra, ma Caroppo è bravissimo a respingere in corner. Estensi ordinati ma non sempre precisi e, mentre Pepe si sbraccia in panchina per richiamare i suoi a una maggiore attenzione, sono i cambi l’unica emozione per gli sparuti presenti al Mazza fin oltre la mezz’ora: al 33’ il Bellaria, con l’incerto Arzamendia, regala sui piedi di Pandiani il gol del raddoppio con un rinvio sbilenco. L’esterno biancazzurro riequilibra così una partita decisamente opaca. Al 39’ Menegatti tocca il suo primo pallone in uscita su cross teso di Caranci e questo la dice lunga sulla pericolosità degli ospiti.

Capellupo taglia e cuce a centrocampo con stile ed eleganza, guadagnando diverse punizioni dal limite: da una di queste è ancora Pandiani a sfiorare il palo a tre minuti dal termine. I biancazzurri cercano la terza marcatura, Landi dal limite dell’area di rigore fa gridare al gol con una gran staffilata che termina di un nulla fuori, poi Boccaccini mette giù Varricchio in piena area di rigore ma l’arbitro, come nel primo tempo, non se la sente di fischiare la massima punizione. Finisce con una S.P.A.L. che porta a casa il massimo con il minimo sforzo e, pur senza brillare, mercoledì contro il Delta Porto Tolle, sempre a Ferrara, si giocherà il passaggio al turno successivo di Coppa Italia di categoria, aspettando magari novità importanti dal mercato (arriverà un bomber tra Morga, Ferretti e Personè).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0