Da biancoverde a biancazzurra, ufficiale la trasformazione dei colori sociali. Bulgarelli: La Polisportiva è la strada giusta

La Pallacanestro Ferrara diventa ufficialmente biancoazzurra: c’era già stata una anteprima pubblica sabato al Bagno Malua, in occasione della presentazione congiunta di Spal, Mobyt e Aquile, le tre società che fanno parte della Polisportiva. Oggi diventa ufficiale il cambiamento dei colori sociali e il restyling del logo societario, che abbandona le tonalità del verde per diventare biancoazzurro. Esprime soddisfazione per il nuovo logo il presidente Fabio Bulgarelli: “Quando siamo nati avevamo scelto il verde perché richiamava il colore della storia della pallacanestro a Ferrara; e poi il verde è il colore della speranza, ed effettivamente è stato di buon auspicio. Adesso che ci siamo consacrati, ci fa piacere portare avanti il biancoazzurro, che identifica lo sport di casa nostra in tutta Italia. Devo dire che due anni fa siamo strati bravi e lungimiranti a ragionare subito in termini di sinergie tra discipline; oggi che queste sinergie si stanno avverando con la nascita della Polisportiva ci sentiamo ancora più carichi e vogliosi di continuare questo sogno”.

Creatore dei loghi della Pallacanestro Ferrara è l’agenzia Dinamica Media di Raffaele Maragno, che non ha dubbi: “Direi che in blu il nostro logo è ancora più d’impatto. Ma al di là delle considerazioni cromatiche, dobbiamo essere felici perché oggi si avvera un sogno. Ci abbiamo messo tanto impegno fin dal primo giorno, e ci fa enorme piacere riscontrare la crescente risposta da parte della città”. Azzurro il logo, e azzurri tutti i materiali tecnici Under Armour che Ferri e compagni indosseranno questa stagione: “Un piccolo sacrificio, quello di rinunciare ai colori di ‘nascita’ – spiega Raffaello Pellegrini – sull’altare di un grande progetto. La scelta non poteva che ricadere sul biancoazzurro in onore del blasone e della storia della Spal, il cui DNA polisportivo è addirittura parte integrante dell’acronimo che tuttora la rende riconoscibile in tutto il mondo. La contaminazione stilistica tra calcio, basket e football americano sarà già visibile da quest’anno in alcuni dei materiali di Mobyt e Aquile e si completerà nella stagione 2014/15 quando anche la Spal sarà griffata Under Armour”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0