La S.P.A.L. vince, diverte e passa il turno: tris contro il Delta Porto Tolle, a segno Vita, Pandiani e Cozzolino

DELTA PORTO TOLLE-S.P.A.L. 0-3 (0-2)

DELTA PORTO TOLLE (442): Passarella 5,5; Politti 5,5, Petras 5, Bertoli 5, Fiorini 5,5; Laurenti 5,5 (dal 27′ s.t. Albertini ng), Caciagli 5,5 (dal 11′ s.t. Depetris 5,5), Pettarin ng (dal 11′ s.t. Conti 5), Valim 5,5; Segato 5, Gherardi 5,5. A disp.: Del Bino, Dall’Ara, Ciaramitaro, Ferretti. All.: Zuccarin.

S.P.A.L. (442): Menegatti 6; Silvestri 6,5 (dal 18′ s.t. Cozzolino 7), D’Orsi 6,5, Cenerini 6, Panizzi 6; Lazzari 7, Braiati 6,5, Banzato 6,5, Vita 6,5; Pandiani 7,5 (dal 23′ s.t. Paloni ng), Personé 6,5 (dal 33′ s.t. Landi ng). A disp.: De Marco, Fantoni, Capellupo, Varricchio. All.: Rossi.

ARBITRO: Caso di Verona (assistenti: Dal Borgo e Bertasi).
MARCATORI: 11′ p.t. Vita (S), 41′ p.t. Pandiani (S); 35′ s.t. Cozzolino (S).
AMMONITI: Lazzari (S), Silvestri (S), Pandiani (S), Bertoli (D), Segato (D), Valim (D).
ESPULSO: Segato (D) al 16′ s.t. per doppia ammonizione.
NOTE: serata tipicamente estiva. Terreno in buone condizioni. Spettatori 1.123 per un incasso di 6.580 Euro. Recupero pt 1′, st 4′. Angoli: 4 a 2 per la Spal.

FERRARA – Per avanzare al secondo turno la S.P.A.L. necessitava di una vittoria sulla ricca e quotata matricola Delta Porto Tolle: non solo i biancazzurri hanno centrato l’obiettivo, ma lo hanno anche fatto con una prestazione che fa ben sperare in vista degli imminenti impegni di campionato. Nonostante l’ampio turnover praticato da Leonardo Rossi, con ben sette cambi rispetto alla gara col Bellaria, si è vista una squadra compatta, determinata, cinica e con confortanti sprazzi di bel calcio, in grado di infliggere un perentorio 3-0 a un Delta troppo brutto per essere vero.

I biancazzurri interpretano perfettamente il dettato tattico di mister Rossi e partono subito forte, mettendo in chiaro che a prescindere dal protocollo dell’inversione di campo, la squadra di casa è la S.P.A.L.: in particolare a centrocampo impressiona fin da subito il giovane Banzato, bravo a interpretare con personalità il ruolo di registra grazie alla preziosa collaborazione di Braiati in fase di copertura. Passano sei minuti e Personé, arrivato appena ieri pomeriggio a Ferrara, prova subito a esibire il biglietto da visita con un destro dal limite deviato da un difensore avversario. Applausi comunque dalla curva, per lui e per Pandiani autore della sfuriata sulla fascia che produce l’assist all’attaccante lombardo. Poco dopo è un altro dei nuovi favoriti del pubblico, Silvestri, a far sussultare i tifosi con un bolide da calcio piazzato che sfila veloce sopra la traversa. È un primo quarto d’ora a tutto gas quello dei biancazzurri, che costringono il Delta ad affidarsi spesso a lanci lunghi quasi sempre preda degli attenti D’Orsi e Cenerini, oltre che del solito Silvestri. All’11 la S.P.A.L. passa grazie a uno schema da calcio piazzato perfettamente eseguito. Pandiani coglie impreparata la difesa ospite e serve Vita in area con un pallonetto: l’esterno ex Massese aggancia e seppur in precario equilibrio riesce a concludere con un bel rasoterra. Il Delta, già parzialmente rimaneggiato, non trova le idee giuste per mettere insieme una reazione degna di tale nome: Gherardi in avanti appare nervoso e il grande ex Laurenti ancora in ritardo di condizione. Sulla sua corsia Panizzi fa bella figura, concedendo a Gianluca un solo tiro al minuto ventidue: palla fuori alla sinistra di Menegatti. Alla mezz’ora ci prova anche l’altro ex Filippo Fiorini, ma la sua conclusione dalla distanza è preda del portiere di casa. È letale invece la S.P.A.L. quando riesce a incanalare il gioco sulle fasce, come al 41′ quando Lazzari appoggia all’accorrente Silvestri per propiziare un impeccabile cross che si trasforma in rete grazie al colpo di testa di Pandiani. Un gol da bomber con evidenti meriti sportivi, di quelli che fanno esplodere il boato di una curva Ovest affamata di emozioni almeno quanto i ragazzi in campo.

La ripresa si apre col brivido: su un tentativo dalla distanza di Segato, Menegatti si fa sfuggire il pallone, favorendo la ribattuta di Conti. Il giovane centrocampista del Delta spara fuori da ottima posizione, ma nel frattempo il guardalinee aveva alzato la bandierina. L’unica altra preoccupazione della partita per il numero uno biancazzurro viene attorno al quarto d’ora da una girata debole di Laurenti a centro area, poi Segato rimedia il secondo cartellino giallo della sua partita e per il Delta si fa notte fonda. Rossi vede che la benzina ai suoi non manca e così inserisce un Cozzolino in vena di sfracelli: l’attaccante campano nel giro di due minuti è protagonista di ben due occasioni da rete. La prima lo porta a cogliere una clamorosa traversa dalla distanza su assist di un generoso Personé, la seconda giunge con un colpo di testa fuori di poco su suggerimento di un Pandiani in grande spolvero. Passarella è bravo a negare il 3-0 a Personé, e dove non arriva lui ci pensa il palo a rimandare al mittente un tiro da posizione defilata di Cozzolino. L’ex centravanti della Pro Patria però è testardo e finalmente al 33′ riesce a scrivere il suo nome sul tabellino sfruttando al meglio un passaggio filtrante di Diego Vita. Il tris è servito e miglior prova generale in vista del campionato non ci poteva essere.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0