Julius Mays è sbarcato a Ferrara: la guardia americana di Kentucky è finalmente a disposizione di Furlani

E’ arrivato a Ferrara domenica in tarda mattinata Julius Mays, il giocatore americano che assieme a Milton Jennings dovrà dare alla Mobyt un decisivo tocco di stelle e strisce. La guardia proveniente dai Wildcats di Kentucky – alta 192 centimetri – sosterrà lunedì il primo allenamento agli ordini di coach Furlani dopo la presentazione alla stampa, prevista per le ore 17.15. Nato il 4 settembre 1989, Mays è originario di Marion nell’Indiana e si è imposto a livello di college basket dopo una stagione straordinaria a Wright State con una media punti di 14.1 e 33 di career-high. Nella scorsa stagione Mays ha giocato a Kentucky sotto la guida di John Calipari, mettendo insieme una media di 9.3 punti a partita con il 37% nel tiro da tre punti. All’inizio della scorsa stagione lo stesso coach Calipari ha definito Mays “Un ragazzo che giocato ad altissimi livelli a Wright State: sa segnare soprattutto dal perimetro e ha dimostrato di poter arrivare facilmente a canestro anche nel traffico”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0