L’ex Marongiu: ricomincio da Cento. Capellupo: a Bassano sarà dura

Risultato inaspettato quello dell’amichevole di oggi pomeriggio a Cento: un 1 a 1 che ha entusiasmato i tanti tifosi centesi accorsi a vedere la squadra di mister Farolfi e ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi spallini, soprattutto dopo la goleada dell’amichevole precedente contro la Copparese.
Tanta curiosità sugli spalti del “Loris Bulgarelli” per l’esordio stagionale nelle file della Centese di un ex di lusso come Alessandro Marongiu, che per una felice coincidenza ha iniziato la sua nuova avventura proprio contro la squadra che lo aveva valorizzato negli anni passati.
marongiu@fidenza

“Sono molto contento di iniziare questa nuova esperienza. La squadra mi ha accolto benissimo, siamo competitivi e spero di fare bene, magari per poter tornare a giocare in categorie superiori. La Spal l’ho vista bene, il risultato è per noi un motivo di orgoglio, ma alla fine non sono queste le partite che contano. Il nostro obiettivo è vincere domenica”.

Da un ex spallino a una nuova entrata in casa biancazzurra: è il turno di Capellupo: “Oggi eravamo stanchi e non siamo riusciti a dare il 100%. Però dobbiamo pensare a domenica, perché vogliamo assolutamente portare a casa i tre punti, anche per rifarci delle beffe delle partite precedenti che ci fanno andare a Bassano ancora più motivati”. SPAL - MONZA 2_0012 Sugli avversari del prossimo incontro di campionato il centrocampista spallino aggiunge: “Ci aspetta sicuramente una partita difficile. Conosco mister Petrone e sarà dura battere la sua squadra, ma vogliamo vincere anche per scacciare la sfortuna che ci ha assillato in questo inizio di campionato. Dovremo rimanere concentrati per tutti i 90 minuti, perché in queste partite in cui si affrontano squadre dello stesso livello ogni palla può diventare pericolosa e ogni azione può essere quella decisiva”. Occhi puntati dunque all’appuntamento di domenica prossima, sperando che la fortuna inizi a girare anche dalla nostra parte.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0