Diciannove anni senza Giuseppe Campione, domenica prossima il ricordo al Paolo Mazza

Sono trascorsi esattamente diciannove anni dal giorno in cui un balordo incidente stradale si è preso la vita di Giuseppe Campione. Era infatti il 14 settembre 1994 quando l’auto condotta dal suo compagno di squadra Antonio Soda finì la sua corsa contro un platano sulla strada che collega Cona a Ferrara. Per l’attaccante pugliese, appena ventunenne, il destino fu particolarmente crudele. Campione e Soda erano reduci da una cena a Portomaggiore e stavano rincasando normalmente. Nonostante fosse giunto da poco alla SPAL, in prestito dal Bologna, Campione si era già imposto come uno dei prospetti più interessanti della stagione e aveva colpito per la compostezza e l’umiltà del suo atteggiamento fuori dal campo. A lui è intitolata la Curva Ovest, come ricorda la targa in marmo affissa all’ingresso che dà su via Cassoli.

In occasione di questo triste anniversario, la società biancazzurra ha comunicato di voler rendere omaggio alla memoria di Campione: “Ricordiamo la scomparsa di un ragazzo giovane di appena 21 anni – hanno detto il patron Simone Colombarini e il presidente Walter Mattioli – attraverso un messaggio di affetto alla famiglia Campione in questa giornata di commemorazione. Come società SPAL 2013 abbiamo intenzione di invitare i famigliari di Giuseppe in occasione della prossima gara interna contro la Torres il 22 settembre omaggiando la memoria del ragazzo davanti ai nostri tifosi, che sono ancora molto legati a quel sorriso di persona semplice e grande atleta”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0