Biancazzurri a Meda per chiudere il capitolo Renate, Rossi: Andremo in campo cattivi e determinati

Siamo alla vigilia della gara che vedrà la SPAL impegnata nel recupero della prima giornata di campionato contro il Renate in quel di Meda. La gara dell’1 settembre scorso, vale la pena ricordarlo, era stata sospesa per un infortunio occorso al direttore di gara sul risultato di 3-1 in favore dei biancazzurri. In procinto di partire per la Brianza, il tecnico spallino Leo Rossi ha concesso quest’intervista alla nostra redazione.

Mister, innanzitutto lei e i suoi giocatori avete metabolizzato la sconfitta di Bassano?
“Meno male che si gioca subito perché abbiamo una voglia matta di riversare in campo la nostra rabbia, la nostra determinazione e la nostra cattiveria agonistica. Anche domenica a Bassano non abbiamo giocato male, ma gli episodi continuano a non sorriderci”.

Avete avuto il tempo per analizzare gli errori commessi?
“Sì l’abbiamo fatto prima possibile come avviene ogni settimana. Domenica sono stati commessi errori individuali che abbiamo pagato a carissimo prezzo”.

Domani il Renate. Come si riaffronta ora una gara praticamente già disputata per intero solamente meno di venti giorni fa?
“Finalmente ci leviamo di torno questa partita maledetta. In seguito a quella partita il Renate ha aperto una striscia positiva andando a vincere sul campo del Forlì e pareggiando in casa con il Cuneo; noi, al contrario, abbiamo pareggiato una partita già vinta con il Monza e perso una partita praticamente pareggiata a Bassano. Sono episodi che fanno parte del calcio e spero che già da domani la fortuna possa girare dalla nostra parte. Noi, di certo, entreremo in campo con la bava alla bocca carichi e determinati per portare a casa i tre punti”.

Quanto peseranno le assenze di Varricchio e D’Orsi squalificati rispettivamente due e tre giornate?
“Le loro assenze peseranno di sicuro. I ragazzi domenica hanno sbagliato clamorosamente. Saranno multati dalla società come prevede il regolamento interno dello spogliatoio. I loro scatti, le loro reazioni non sono giustificate ma posso dire che domenica l’arbitro non ha fatto nulla per rasserenare gli animi in campo visti i continui cartellini gialli estratti”.

Il calendario è serrato, tre partite in una settimana: farà un po’ di turn over?
“Abbiamo la difesa un po’ rabberciata e le squalifiche imporranno forzatamente qualche cambiamento. Probabilmente saranno protagonisti della partita Rosseti e Personé, mentre Pandiani darà il cambio a Lazzari che domenica ha corso moltissimo”.

Che obiettivi si pone in queste due prossime partite?
“Non possiamo fare previsioni perché abbiamo visto, in queste prime tre giornate, quanto il calcio sia imprevedibile. A me importa vedere in campo il nostro gioco propositivo e questa volta speriamo di raccogliere dal campo ciò che meritiamo”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0