I biancazzurri vincono il memorial Mazzoni, Cento battuta dopo un derby tiratissimo

C’era una certa attesa a Cento per il derby tra la squadra di casa e la Mobyt, tanto è vero che il Pala Benedetto ospitava almeno 500 tifosi prima della palla a due tra le finaliste del Memorial Mazzoni. A spuntarla sono stati i biancazzurri, dopo una partita intensa proprio come dovrebbe essere un derby.

Coach Furlani opta per un quintetto iniziale composto da Spizzichini e Mays come guardie, a cui sono affiancati Infanti, Jennings e Pipitone. Sin dal primo quarto, che si conclude in pareggio sul 15-15, le due squadre mostrano grande equilibrio. Per Cento è è Di Trani il vero trascinatore con una serie di belle penetrazioni a cui Jennings risponde caricandosi sulle spalle il peso dell’attacco della Mobyt. Il gioco perimetrale della squadra ferrarese, che giocoforza è diventato il marchio dell’attacco anche a causa della mancanza di Benfatto, stenta a decollare: la prima tripla (Mays) arriva solo a 2.30 dalla fine del primo quarto. Da segnalare, una grande intensità a rimbalzo offensivo, dove Pipitone e Jennings riescono a raccogliere diversi degli errori al tiro dei compagni. I primi problemi nascono sul finire del quarto, con il secondo fallo commesso da Jennings e il “jolly” pescato da Silimbani con un tiro di tabella forzato proprio al suonare della sirena.

Nel secondo quarto Cento aumenta l’intensità a rimbalzo mentre Ferrara litiga con i ferri senza riuscire a realizzare i numerosi tiri liberi procurati (a fine partita ne realizzeremo solo 12 dei 22 tentati). In questa fase solo uno scintillante 3/3 consecutivo da oltre l’arco dei tre punti di Casadei permette ai biancazzurri di compensare lo strapotere sotto canestro di Nieri e Silimbani (rispettivamente 12 e 19 punti al termine dell’incontro). Il quarto termina con delle buone iniziative di Pipitone e Infanti, mentre Ferri prende ritmo dalla distanza. Si va all’intervallo lungo con un vantaggio di 4 punti per i ragazzi di Furlani.

Il terzo quarto si apre con due giochi da tre punti prima di Mays, su un ottimo recupero difensivo, seguito da capitan Ferri. Jennings commette un’ingenuità e si fa fischiare il 4° fallo quando sul cronometro mancano ancora 7:05 al termine. Cento non si fa pregare e con Silimbani e Ikenge ricuce il gap e si porta in vantaggio grazie ad un parziale di 6-0. Coach Furlani risponde proponendo un quintetto giovanissimo: in campo vengono gettate le energie fesche di Pipitone, Bottioni, Mays, Spizzichini e Andreaus. Prorio Bottioni, con due azioni fotocopia in arresto e tiro  ridà ossigeno alla compagine ferrarese che conclude il terzo quarto in vantaggio sul 56 a 52.

L’ultimo quarto è caratterizzato dai molti fischi arbitrali che penalizzano la difesa di Ferrara. Cento si riporta sotto malgrado delle percentuali basse al tiro libero (60%). A 2:41 dal termine Infanti ferma un contropiede con un fallo considerato antisportivo, quindi Jennings commette il 5° fallo, e ancora viene fischiato fallo su rimbalzo offensivo prima e su una difesa apparentemente pulita di Mays.  A 40 secondi dal termine Di Trani (miglior realizzatore dei suoi con 16 punti), con grande freddezza, segna la tripla che inchioda il risultato sul 69 pari. È il turno del capitano: Ferri premia un bel movimento senza palla di Infanti che guadagna due tiri liberi (segnandone però solo uno). Nella metà campo difensiva, poi, non permette di sfruttare il mismatch che viene a crearsi con Nieri e recupera il rimbalzo. La Mobyt è in vantaggio e a Cento non resta che commettere fallo sullo stesso Ferri. La mano non trema e segna entrambi i tiri liberi. Con il punteggio di 69 a 72 per Ferrara, Cento ha comunque la possibilità di impattare la gara con l’ultima azione. Anche in questo caso, però, la difesa regge bene e non permettere tiri facili all’attacco di casa. L’ultimo tiro, ben marcato, non arriva neppure al ferro. Al termine viene premiato come MVP l’ex Casadei, applauditissimo dal pubblico di casa. Cento può essere molto soddisfatta di aver tenuto testa ad una Mobyt che, forse a causa degli impegni ravvicinati, è invece sembrata un po’ sulle gambe.

TRAMEC CENTO – MOBYT FERRARA 69 – 72 (15-15); (33-37); (52-56)

TRAMEC CENTO: De Pascale 2, Ikangi 6, Nieri 12, Di Trani 16, Masina, Carretti 9, Balboni ne, Govoni ne, Masina 2, Silimbani 19, Agusto 3. All.: Giuliani.
MOBYT FERRARA: Bottioni 6, Spizzichini 5, Ferri 17, Casadei 14, Infanti 5, Benfatto ne, Andreaus, Pipitone 3, Jennings 10, Mays 12. All.: Furlani.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0