Colombarini: Male, un punto che prendiamo come un’aspirina. Gadda e Vagnati soddisfatti

Nel dopo partita di Forlì abbiamo raccolto le impressioni di mister Gadda, del diggì Davide Vagnati e infine del patron Francesco Colombarini.

Massimo Gadda (Allenatore Spal)

“La partita è stata durissima, un po’ come ce l’aspettavamo. Abbiamo provato a giocare a viso aperto e in qualche occasione abbiamo rischiato e lasciato parecchio campo, ci è andata bene. Voglio però ricordare che anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni, ricordo per esempio il colpo di testa di Varricchio. Credo che il pareggio sia un risultato giusto e sono contento della prestazione della squadra, in particolare nel primo tempo. La notizia negativa di giornata è l’infortunio capitato a Di Quinzio, mi dispiace molto per lui, spero non sia nulla di grave perché sarebbe un peccato perdere un giocatore fortissimo che in questa categoria è davvero sopra la media. Dobbiamo cercare di trovare un po’ di continuità e migliorare gli errori commessi che fanno parte del gioco e verranno analizzati come siamo soliti fare”.IMG_3598

Davide Vagnati (diggì Spal)

“Oggi mi sento di vedere il bicchiere mezzo pieno perché ritengo che, probabilmente, tempo fa avremmo perso questa partita e invece abbiamo portato a casa un pareggio che ci dà fiducia alla vigilia di un doppio turno casalingo dove andremo ad affrontare due squadre molto forti. Le lacune difensive ci sono, non abbiamo fatto una gara eccelsa, dobbiamo migliorare e sono convinto che il mister lavorando riuscirà. Una nota positiva è il nostro portiere Menegatti che comunque fa parte del pacchetto arretrato ed è un giocatore che sta facendo davvero un ottimo lavoro”.

Francesco Colombarini (patron Spal)

“La partita di oggi è stata brutta, abbiamo giocato male. Il punto guadagnato lo portiamo a casa con omaggio ed è una vera e propria aspirina che fa bene alla salute”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0