Alla Berretti manca solo il gol: sconfitta di misura in casa dell’Albinoleffe

ALBINOLEFFE: Cortinovis, Varenna, Barzaghi, Andreis, Scaughero, Randazzo, Bentley, Vaccadori, Baggi (dal 1’ s.t. Moreo), Guercilena, Cremonesi. A disp.: Vitari, Giliberti, Caon, Rota, Kanis, Stronato. All.: Bonazzi.
SPAL: Anselmi, Lodi, Coatti (dall’11’s.t. Telloli), Saletti, Fini, Nava, Atzori, Tomanin, Ferrari (dal 35’p.t. Fortini), Vaccari (dal 31’s.t. Veronesi), Righini. A disp.: Farinella, Buttini, Siciliano, Mastella. All.: Pedriali.
ARBITRO: Fusar Poli di Milano.
MARCATORI: 14’s.t. Cremonesi (A).

CAVERNAGO (BG)- Brucia la sconfitta rimediata in casa dell’Albinoleffe. I celesti passano nella ripresa grazie a Cremonesi, punta del ’95 che ha già esordito con la formazione allenata dall’ex spallino Madonna e che ha fine gara riceve i complimenti del tecnico biancazzurro Massimo Pedriali, ma la Spal non ha demeritato.
L’Albinoleffe è la grande favorita del match alla vigilia, ma i Berretti spallini sono in cerca di riscatto dopo il poker rimediato in casa del Vicenza. All’undicesimo è Tomanin a sfiorare il vantaggio spedendo la sfera contro l’incrocio dei pali su calcio di punizione. Scampato il pericolo, l’Albinoleffe prende in mano l’iniziativa. Ma la formazione spallina è ben messa in campo e non presta il fianco alle avanzate dei padroni di casa. Al 35’ ennesimo infortunio in casa Spal: Ferrari, recuperato in settimana, non può proseguire l’incontro e cede il posto a Fortini.

In avvio di ripresa Bonazzi inserisce Moreo, in gol nell’ultima gara contro il Lumezzane (la settimana scorsa rinviata per pioggia Brescia-Albinoleffe, ndr).  Al 56’ esordio stagionale per il difensore centrale Telloli al rientro dopo un doppo infortunio al ginocchio. C’è poco da festeggiare, infatti  passano pochi minuti e la Spal paga a caro prezzo l’unico errore della gara. Moreo affonda sull’esterno. Entrato in area, prova a superare Anselmi, ma è costretto ad allargarsi. La conclusione sembra destinata sul fondo, ma sul secondo palo interviene Cremonesi che deposita la sfera in rete. L’Albinoleffe blinda il vantaggio confermando di essere una delle migliori difese del girone. La Spal ha il merito di spingersi in avanti, ma non riesce ad arrivare al tiro. Di positivo c’è comunque l’assenza dei repentini colpi a vuoto che spesso in altre circostanze hanno estromesso dalla partita gli spallini prima del novantesimo.Spal_Brescia_Ber-9951

A fine gara è rammaricato il tecnico Massimo Pedriali, la sua squadra seppur ultima nel girone continua a mostrare segnali positivi e l’allenatore non perde la fiducia nelle qualità dei propri ragazzi: “Peccato meritavamo almeno il pareggio- ha commentato Pedriali-. Abbiamo fatto un’ottima prestazione contro uno dei migliori settori giovanili di Italia. Dispiace per il risultato, ma sono sereno per l’ardore messo in campo dai miei ragazzi che hanno ricevuto i complimenti anche dal mister avversario. Contro il Vicenza perfetti per settanta minuti, oggi per novanta, ma paghiamo l’unica situazione sfavorevole.

Stiamo crescendo a piccoli passi, oggi siamo stati sempre in partita, abbiamo concesso pochissimo e costretto un ottimo avversario sulla difensiva per gran parte della ripresa. Non abbiamo commesso i fuori giri che spesso non ci hanno concesso di rientrare in gara e questi sono segnali positivi. Complimenti a Cremonesi uno dei migliori giocatori visti finora con un passo di categoria superiore e che Fini ha limitato per gran parte dell’incontro”.

BERRETTI. GIRONE B. 11a giornata.
I RISULTATI.

DELTA P. TOLLE – LUMEZZANE 1-2
MANTOVA – BRESCIA 3-1
VIRTUS VECOMP – VICENZA 1-9
ALBINOLEFFE – SPAL 1-0
BASSANO VIRTUS – FERALPI SALO’ 3-2
REAL VICENZA – CASTIGLIONE 1-1
REGGIANA – VENEZIA 0-1

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0