Brevi dalla sala stampa – Colombarini: Mercato? La rosa è folta, difficili altre operazioni

Nel dopo gara di Spal-Renate abbiamo incontrato Simone Colombarini e Massimiliano Varricchio nella sala stampa dello stadio Paolo Mazza. Ecco le loro impressioni.

Simone COLOMBARINI (proprietario SPAL)

“Purtroppo oggi è andata male. Pensavamo di poter giocare un secondo tempo diverso, più aggressivo, e invece siamo entrati in campo molto scarichi, già seduti, e il Renate che è una buona squadra ne ha approfittato subito punendoci. Adesso dobbiamo sono pensare di a fare meglio da subito, già da domenica prossima, e tenere la consapevolezza che da qui alla fine di partite facili non ce ne saranno, perché di squadre che hanno già mollato ne vedo poche, e la salvezza è da conquistare”.

Cosa avete in mente in tema di mercato?
“Qualcosa da qui alla fine succederà, ma si tratterà principalmente scambi, ed è difficile dire cosa riusciremo a fare perché dipende molto dall’interesse delle altre squadre. Sicuramente la rosa è già molto folta e non credo faremo altri acquisti”.

Massimiliano VARRICCHIO (capitano S.P.A.L.)
“Il Renate è una squadra solida, e lo sapevamo. L’errore grosso è stato non essere riusciti a stare in partita. Abbiamo iniziato troppo piano il secondo tempo e questo ci è costato tutto. Sono bastate poche occasioni su calcio d’angolo e su azione per metterci in crisi e farli segnare ben due volte. La loro poi è una squadra bella quadrata, solida, che ha concesso nulla. E’ un peccato, perché in ogni caso l’impegno c’è stato, e dispiace non essere riusciti a giocarcela fino all’ultimo minuto. Questa sconfitta comunque non pregiudica nulla. Questo campionato va sudato fino alla fine. Lo abbiamo sempre saputo, ed è ancora così”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0