Inizia il girone di ritorno e Pregnolato avverte la Reggiana: Non partiamo sconfitti

Mister Pregnolato e la sua Berretti sono pronti ad affrontare il girone di ritorno. L’obiettivo: migliorare il raccolto di otto punti totalizzati in quello di andata, che attualmente vale l’ultimo posto in classifica in coabitazione con il Castiglione.  Il pareggio a reti bianche  (prima gara con la difesa imbattuta per la Spal, ndr) ottenuto una settimana fa sul campo del Real Vicenza mostra i progressi fatti da un gruppo che, nonostante l’emergenza infortuni, è riuscita a fare piccoli passi in avanti col successo di Venezia e la buona prova nonostante la sconfitta contro il Mantova. Al “Villani”di Masi Torello, sabato alle 14,30, arriverà la Reggiana. All’andata i granata inflissero un tennistico 6-0 alla formazione allora guidata da Massimo Pedriali.  L’obiettivo da raggiungere a fine stagione per la Spal è quello di recuperare terreno sulle squadre più avanti in classifica e magari rientrare tra le prime dieci. La formazione Berretti non è parsa mai esprimersi nel pieno del suo potenziale per svariati problemi, ma i piccoli miglioramenti apparsi nelle ultime settimane fanno sperare in una crescita del gruppo. Un gruppo che subirà qualche variazione. Sono stati contattati alcuni ragazzi di altre società, ma, come confermato dal  responsabile del settore giovanile Alessandro Orlandini, occorre prima ridurre la rosa di ventisei elementi. A disposizione di Pregnolato sarà messo un gruppo formato da venti, ventidue giocatori al massimo. I primi a partire sono stati: l’esterno Tidon svincolato e poi rientrato alla Copparese e Nalesso ceduto alla Portuense. Su Vaccari si è registrato l’interessamento del Sant’Agostino, formazione di Promozione, ma per ora l’attaccante esterno classe 1995 resta in biancazzurro. Qualche Allievo del gruppo di Alessandro Rossi potrebbe essere promosso? “Per ora non smantelleremo la rosa che si sta ben comportando nel proprio campionato” ha riferito Orlandini. Nel frattempo, come di consueto, abbiamo affrontato i temi della vigilia con il tecnico Giuseppe Pregnolato.

Mister, la sconfitta contro il Mantova poteva influenzare in maniera negativa l’inizio del nuovo anno. Invece, il pareggio in casa del Real Vicenza sta stretto alla Spal.
“Da quando sono arrivato qui abbiamo giocato contro Venezia, Mantova e Real Vicenza. Avversarie diverse contro le quali abbiamo ottenuto una vittoria, una sconfitta e un pari, ma con tutte abbiamo giocato alla pari. Dobbiamo proseguire su questa strada: scendere in campo non partendo battuti, ma giocandocela a testa alta con ogni avversario”.

La rosa della Berretti subirà qualche variazione nelle prossime settimane?
“Sono andati via due giocatori poco utilizzati come Nalesso e Tidon. Stiamo valutando la rosa, poi vedremo. Comunque, il gruppo sta crescendo partita dopo partita. La squadra vuole migliorarsi e questo è un ottimo segnale”.

All’andata contro la Reggiana arrivò un perentorio 6-0. Come avete preparato la gara in settimana?
“Era la prima gara di campionato. Ci sono tante insidie. Poi era una squadra che si era formata da poco tempo e quindi i meccanismi non erano al massimo. La Reggiana poteva contare su giocatori un po’ più esperti che poi sono stati aggregati alla prima squadra, quindi è una partita che ha una storia a sé. Cercheremo di rimediare. Mancheranno per infortunio Veronesi, Bertelli e Mastella. Ho un unico dubbio sulla destra. Giocherà uno fra Nava e Ferrari”.
LA 16^ GIORNATA NEL GIRONE B
Venezia-Castiglione
R. Vicenza-Delta Porto Tolle
Mantova-Lumezzane
SPAL-Reggiana
Brescia-Sudtirol
Feralpi Salò-Vicenza
Albinoleffe-V. Vecomp

LA CLASSIFICA: Mantova 37*; Albinoleffe 36; Vicenza 31; Sudtirol 29; Reggiana**, Bassano 20; Brescia 19; Venezia 18; Lumezzane 17; Feralpi Salò, Real Vicenza 14; Delta Porto Tolle 11; V. Vecomp 9*; SPAL, Castiglione 8.

* = una partita in meno; ** = due partite in meno

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0