L’appuntamento con Omegna si avvicina, per Flamini stop di almeno due settimane

Nuova settimana, nuovi allenamenti per i biancazzurri, che sabato affronteranno una durissima prova sul campo della Paffoni Omegna. Ancora ai box Simone Flamini, intento a lavorare separatamente con il preparatore atletico. Il pesarese soffre per un problema al polpaccio sinistro che lo terrà fermo almeno per altre due settimane.

Allenamento preparato ad hoc per la prossima fatica al cospetto del duo James-Shepherd: coach Furlani per la prima parte della partitella, giocata in 4vs4, ha abituato il suo attacco a giocare contro una difesa come quella di Omegna. La sessione è proseguita poi con il più classico dei 5vs5, giocato senza interventi del coach se non in occasioni particolari (ad esempio per una strigliata a tutte e due i quintetti per la poca difesa messa in campo), per provare bene gli schemi d’attacco e la difesa di conseguenza. Nel discorso post allenamento coach Furlani ha ribadito l’atteggiamento giusto da tenere durante la settimana: umiltà e grinta, perché la partita contro Omegna sarà una gara importante, data l’ultima battuta d’arresto in trasferta.

Nota negativa dell’allenamento è stata uno scontro fortuito tra i due colossi del roster, Pipitone e Benfatto: entrambi ne sono usciti un po’ malconci. Il giovane centro siciliano ha ripreso subito il gioco senza apparenti complicazioni, mentre Benfatto è rimasto a bordo campo a farsi medicare la parte lesa dallo staff medico biancazzurro, ricongiungendosi ai suoi compagni solo per la parte finale dedicata al tiro. La speranza è ovviamente che non ci siano eventuali complicazioni, sarebbe una mazzata non da poco al morale appena risollevato della squadra. Ottime notizie, invece, dal fronte Amici: l’esterno pesarese sta entrando sempre meglio nelle alchimie della squadra, soprattutto in attacco, dove riesce a mantenere la sua posizione sul parquet e a fare i movimenti giusti all’interno degli schemi.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0