Nicola Falomi è della Spal. Cenerini passa al Gavorrano, Banzato per ora resta

Dopo le indiscrezioni di ieri, l’ufficialità dell’accordo è arrivata nella tarda mattinata di oggi: Nicola Falomi è un giocatore della Spal. L’attaccante toscano lascia il Gavorrano per vestire il biancazzurro e già stasera sarà a Ferrara per la firma del contratto. Svolgerà il primo allenamento con i nuovi compagni domani pomeriggio. Percorso inverso per il difensore Federico Cenerini, che si trasferisce alla corte di mister Marco Masi. Nello scambio doveva entrare anche Alberto Banzato, ma pare che il giovane centrocampista abbia rifiutato la nuova destinazione. Il ds Vagnati è quindi chiamato a trovargli una sistemazione diversa.

IL PROFILO
Falomi, classe 1985, è nato a Cortona (provincia di Arezzo) e può vantare un lungo e solido curriculum tra Prima e Seconda Divisione. Nel corso della sua carriera ha vestito dodici diverse maglie, tra cui quelle di Arezzo, Nocerina, Pescara, Catanzaro, Celano, Poggibonsi e Pro Patria. Dopo una straordinaria annata a Nocera Inferiore (Seconda Divisione 2006-2007; 31 presenze e 17 gol) il giocatore ha vissuto stagioni non proprio esaltanti, fino al trasferimento del gennaio 2010 al Celano. Falomi è rimasto con gli abruzzesi per un anno e mezzo in Seconda Divisione, scendendo in campo 40 volte e segnando 16 gol. Prima di approdare a Gavorrano nell’estate 2013 (finora 16 apparizioni e 3 reti) altre due stagioni particolarmente solide (Poggibonsi, 35 presenze 10 gol; Pro Patria 32 presenze 10 gol). Insomma, un elemento particolarmente affidabile che potrebbe contribuire a far rifiatare Varricchio e Cozzolino nello sprint finale verso la Lega Pro unica.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0