Tra Spal e Padova va in scena la sagra del gol: pazzesco 5-5 con rimpianti per i biancazzurri

Una bella giornata di sole, tanto pubblico, difese allegre e di conseguenza tanti gol: Spal-Padova categoria Allievi Nazionali ha racchiuso in sé tutti gli ingredienti per una partita spettacolare e godibile, chiusa con un inusuale risultato di 5-5. A masticare amaro però sono Alessandro Rossi e i suoi ragazzi, rimontati sul finale dopo essere stati in vantaggio addirittura per 5-2. Qualche svarione difensivo di troppo ha così condizionato quella che nel complesso era stata una buona prestazione, contro un avversario di grande livello. Mattatore di giornata Alessandro Pivelli, autore di poker di reti.

Partita che comincia a ritmi decisamente alti, ed è il Padova a rendersi pericoloso per primo: al 3’ Kabbouri centra il palo con Farinella battuto. Pericolo scampato, così nell’azione successiva, sfruttando un ottimo passaggio in verticale, lo spallino Pivelli sblocca il match segnando la rete dell’ 1-0. Ed è solo l’inizio per l’attaccante biancazzurro e i suoi compagni. Passano solo cinque minuti e Pivelli concede il bis, sfruttando il pallone gentilmente regalato da Canton e piazzandolo in rete con una morbida palombella. Il Padova è ferito, abbozza una reazione ma viene messo in costante difficoltà dal feroce pressing a centrocampo dei ragazzi di mister Rossi. Al 17′ arriva addirittura il tris per la Spal, grazie a un altro gol di pregevole fattura: sulla rimessa con le mani di Azzolini, Mantovani inventa un tiro al volo di destro che non lascia scampo a Giacomel. 3-0 dopo diciassette minuti. Partita in ghiaccio? Neanche per idea. Il Padova comincia a farsi vedere nell’area avversaria e al 20’ Mincione accorcia le distanze sfruttando un’incertezza fatale della difesa.

Il secondo tempo vede il Padova entrare in campo più determinato, ma i biancorossi devono fare i conti con la giornata di grazia dello scatenato Pivelli: il numero sette spallino firma la personale tripletta al 48′, quando infila un preciso diagonale dal limite dell’area. Neanche il tempo di gustarsi i festeggiamenti che il Padova è già dall’altra parte, intento a sfruttare un altro pasticcio difensivo spallino: Pegoraro è il più lesto di tutto in area e firma il temporaneo 4-2. Poco dopo serve un intervento in copertura di De Martino per sventare il pericolo portato da una punizione calciata da De Marchi. Partita apertissima, che la Spal sembra poter chiudere al 56′ quando ancora una volta Pivelli mette il suo nome sul tabellino, battendo di nuovo un Giacomel che stanotte ritroverà l’attaccante spallino nei suoi peggiori incubi. Pur sotto di tre gol la squadra di Pelizzaro non demorde e riesce ad avvicinarsi per la terza volta: su un pallone alto a centro area si accende una mischia, abilmente risolta da Canton con una notevole semi-rovesciata. I propositi di rimonta degli ospiti prendono consistenza, e diventano ancora più solidi quando Mincione sfrutta un errore madornale di Nutini per insaccare il pallone del 5-4. Resta poco da giocare, ma abbastanza per vedere il Padova creare la chance del definitivo pareggio: a tre minuti dal termine un’incomprensione di reparto costringe Farinella a un’azzardata uscita sui piedi di Pegoraro. L’arbitro fischia il rigore e il fatto che la Spal non protesti induce a pensare che la scelta sia corretta. Dal dischetto è un ex spallino a condannare i biancazzurri al pareggio: Gulinatti mette la firma sul definitivo 5-5, nonostante il tocco di Farinella sulla sua conclusione. 

S.P.A.L. – PADOVA 5-5 (3-1)

S.P.A.L. (4231): Farinella, Azzolini (dal 41’s.t. Rolfini), Merighi, Zuari, Ambrosini, Curci, Pivelli (dal 26’s.t. Simoni), Berto, Mantovani (dal 24’s.t. Nutini), De Martino (dal 31’s.t. Becce), Ugolini (dal 1’s.t. Saletti). A disp. Pelati, Destri, Tappella, Vaccari. All.: Rossi.
PADOVA (442): Giacomel, Costantin, Varnier, Maniero, Canton, Kabbouri (dal 14’s.t. Serafin), De Marchi, Mincione, Torregrossa (dal 4’s.t. Militello), Gulinatti, Pegoraro. A disp.: Lovato. All.: Pelizzaro.

ARBITRO: Zizza di Finale Emilia (Assistenti: Girgenti e Vettorato di Ferrara).
MRCATORI: 4’, 9’, 48’ e 56’ Pivelli (S), 17’ Mantovani (S), 20’ e 75′ Mincione (P), 50’ Pegoraro (P), 63’ Canton (P), 77’ rig. Gulinatti (P).
AMMONITI: Ambrosini (S), Militello (P), Azzolini (S), Costantin (P).
NOTE: Pomeriggio soleggiato, terreno in discrete condizioni, buona cornice di pubblico. Presente in tribuna il patron spallino Francesco Colombarini.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0