Tramonta Raggio Garibaldi, più probabile Ballardini. Banzato verso la Sambonifacese

Il calciomercato è ormai agli sgoccioli: venerdì alle 23 si chiude e alle squadre rimangono meno di ventiquattro ore per fare l’affare giusto. Non fa eccezione la Spal: la giornata milanese di Walter Mattioli e Davide Vagnati è stata intensa, ma non è stata sufficiente per chiudere le trattative messe in cantiere nelle ore precedenti. Se è vero che non sono state siglate intese ufficiali, è vero anche che qualche passo avanti c’è stato. I nomi su cui la dirigenza biancazzurra sta lavorando sono, come anticipato ieri, quelli di Calvetti e Ballardini. L’opzione Raggio Garibaldi (Virtus Entella), circolata ieri, sembra invece essersi arenata. E’ molto più probabile che da Chiavari arrivi Elia Ballardini, mediano e all’occorenza terzino con passaporto svedese (è nato a Stoccolma): stando alle indiscrezioni filtrate da Milano le parti sarebbero molto vicine e forse già nel pomeriggio di domani il giocatore potrebbe diventare biancazzurro. Più complessa la situazione che riguarda Calvetti. La trattativa col Pavia prosegue, ma i dirigenti del club ticinese non sembrano pienamente convinti dell’affare. L’impressione è che la situazione si possa sbloccare, ma i margini di manovra – a causa della complicata situazione di D’Orsi – rimangono limitati. C’è anche un probabile movimento in uscita: la Sambonifacese (serie D) ha chiesto la disponibilità di Alberto Banzato. Il centrocampista non sembra essere troppo convinto, ma alla fine potrebbe accettare la destinazione, considerato il poco spazio all’interno della rosa di mister Gadda.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0