Ferrara-Basket Nord Barese ai raggi X: il precedente, le statistiche, i duelli chiave

Per la prima volta da quando il presidente Fabio Bulgarelli ha annunciato l’obiettivo della promozione in Adecco Gold, la Pallacanestro Ferrara si trova a giocare una partita da inseguitrice e non da inseguita. Conseguenza diretta della sconfitta di Verbania, a cui seguirà il delicato impegno casalingo con la Torrevento Basket Nord Barese. La gara del PalaMIT2B (palla a due alle ore 18 di domenica) dirà molto sulla condizione psico-fisica della squadra di Furlani. Dopo aver ascoltato l’opinione del coach, proviamo ad analizzare insieme i temi principali della gara nella nostra tradizionale rubrica della vigilia.

UN GIRONE FA

TORREVENTO BASKET NORD BARESE – MOBYT FERRARA  113-116 dts
(25-35; 16-23; 22-14; 25-16; 15-15; 10-13)

TORREVENTO BNB: Petrucci 9, Contento 29, Elliott 9, De Angelis 3, Amoroso 28, Ancellotti 4, Merletto 14, Losurdo, Moore 17, Papagno n.e. All.: Giulio Cadeo
MOBYT FERRARA: Bottioni 3, Spizzichini 14, Ferri 13, Casadei 11, Infanti 22, Benfatto 19, Andreaus, Pipitone, Jennings 21, Mays 13. All.: Adriano Furlani

La partita dell’andata ha rappresentato per la Mobyt l’inizio della strabiliante scia di sette vittorie consecutive che l’ha portata, per qualche settimana, da sola in cima alla classifica. Giocata sul caldissimo campo di Corato, la gara di andata si concluse dopo ben due overtime. Una gara molto combattuta quindi, quasi a chi “faceva più canestro”. I biancazzurri la spuntarono soprattutto grazie all’ottima prova durante il primo tempo supplementare di Alessandro Infanti (13 punti in 5 minuti). Domenica però Infanti non sarà disponibile, quindi servirà qualcun altro per fermare le incursioni dei pugliesi e per rispondere colpo su colpo ai canestri che sicuramente arriveranno in grande quantità dal lungo Amoroso e dagli esterni Contento e Merletto, tralasciando poi i due americani, quasi invisibili sul parquet di Corato ma che, con il passare della stagione, hanno acquisito sempre più sicurezza e padronanza della dimensione di gioco italiana, fino a diventare due giocatori di enorme importanza.

I LEADERS (medie a partita)

Punti
FERRARA: Mays 16.2
BASKET NORD BARESE: Amoroso 16.0

Rimbalzi
FERRARA: Jennings 7.3
BASKET NORD BARESE: Amoroso 11.0

Assist
FERRARA: Mays 2.8
BASKET NORD BARESE: Merletto 2.9

Palle Recuperate
FERRARA: Mays 1.3
BASKET NORD BARESE: Contento 1.4

Le statistiche mostrano una Torrevento in cui le responsabilità sono distribuite in maniera abbastanza equa, ovvero non c’è – nella maggior parte dei casi – un solo giocatore che si carica la squadra sulle spalle e la porta alla vittoria, ma un collettivo di undici giocatori che insieme possono ottenere buoni risultati, come già ampiamente dimostrato nella prima parte del girone d’andata.

I DUELLI CHIAVE

Benfatto vs Amoroso: Domenica il PalaMIT2B sarà l’arena dello scontro tra questi due gladiatori del gioco. Da una parte Benfatto: il totem biancazzurro, riferimento in attacco, punto cardine sotto le plance sia avversarie che di casa e tra i primi terminali offensivi della squadra, anche se, in qualche occasione, omette la fase difensiva. Dall’altra il “marine”, Ryan Amoroso: esperienze di tutto rispetto alle spalle (tra le altre, tre stagioni nella LegaDue italiana), un fisico a dir poco invidiabile, grande tecnica nel gioco in post basso e forza nell’affondare la schiacciata, difensore tenace e mortifero. Duello fondamentale nell’economia della partita, dal quale Benfa non potrà di certo esimersi.

Spizzichini/Amici vs Elliott: Come al solito in questa sezione, anche oggi è presente il nome di Gabriele Spizzichini, prima scelta difensiva della squadra, che dovrà occuparsi del solito americano avversario, in questo caso, Ivan Elliott. Domenica Spizz avrà il compito di difendere (e presumibilmente attaccare) contro un giocatore fisicamente dominante, capace di segnare in tanti modi diversi che vanno dall’1vs1 al tiro dai tre punti (37% fino a questo punto della stagione), senza dimenticare che stiamo parlando di un’ala di 203 cm, quindi con ottime capacità difensive e soprattutto di andare a rimbalzo. D’altro canto, come già detto, Spizzichini è uno specialista in questo genere di cose e, nelle ultime due partite, ha trovato un valido aiuto dal nuovo arrivato Amici, desideroso di inserirsi al meglio in squadra e far vedere cose buone sul campo, dove è anche un difensore molto agguerrito.

Mays vs Di Nunno: Questa settimana Mays si trova a dover fronteggiare il nuovo arrivato (dopo la rescissione del contratto di Darren Moore) in casa Torrevento, ossia Mike Di Nunno. L’americano ha giocato finora una sola partita, quella di domenica scorsa contro Agrigento, in cui ha dimostrato di essere un validissimo terminale offensivo. Doppio lavoro, quindi, per le guardie estensi che dovranno vedersela con un giocatore ancora un po’ acerbo, ma con un talento da non sottovalutare.

Ferri vs Merletto/Contento: Anche per questa partita, il capitano dovrà fare il suo solito ottimo lavoro in difesa, anche perché si troverà davanti una coppia di registi davvero temibili, i quali, se lasciati troppo tranquilli a gestire la manovra d’attacco, riescono facilmente ad innescarsi e cambiare la partita, condizione da cui è sempre complicato togliersi. Ferri dunque, oltre alla fase offensiva da recuperare dopo le disastrose percentuali di Verbania, avrà un compito fondamentale per il buon esito della gara, senza sottovalutare anche le doti realizzative dei due playmaker pugliesi.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0