Come se fosse un derby: Pregnolato sfida gli ex per ritrovare punti ed entusiasmo

Non c’è tanto da girarci attorno: è la partita che vale una stagione. Sarà una frase super-abusata nel gergo sportivo e impropria per un incontro fra formazioni Berretti, ma Delta Porto Tolle- Spal in programma domani alle 14,30 a Porto Tolle ha tutti gli elementi per essere definita tale. Tanti i motivi: c’è aria di derby non solo per motivi geografici, ma anche perché nel Delta allenato da Tessarin militano ex spallini come Broglio e Angeloni ed ex ragazzi della Giacomense come Rolfini e Luciani. In più in entrambe le formazioni, formate per lo più dai blocchi dello scorso anno, ci sono giocatori che si sono affrontati più volte nella passata stagione del campionato Juniores. Sia Delta che Spal sono lontane dalla qualificazione alla fase successiva e risiedono nelle zone poco nobili della classifica (veneti avanti di un punto, ma con una gara in meno). Una vittoria in una gara sentitissima potrebbe risollevare il morale del gruppo vincente. E la Spal di Pregnolato è chiamata a prendersi la rivincita dopo la sconfitta al Villani nel girone d’andata. Successo di misura dei portotollesi firmato, ovviamente, da due ex. Rete decisiva di Rolfini e parate a blindare il risultato di Riccardo Broglio, in grado di neutralizzare anche un penalty a capitan Tomanin e vincere la sfida con il suo ex compagno di squadra Mattia Veronesi. La Spal arriva alla sfida con i cugini del Delta a pieno organico e con la voglia di riscatto dopo le due sconfitte con Feralpi Salò (disastrosa) e Bassano Virtus (onorevole). Il Delta non vince dal 14 dicembre (4-0 rifilato al Castiglione) ma nell’ultimo turno ha imposto il pari al Venezia, pareggio che è costato caro in termini di cartellini: l’attaccante Luciani ha beccato due turni di squalifica per atti violenti ad un avversario al termine della gara, mentre l’esterno Crepaldi, diffidato, salterà il derby per aver rimediato un altro giallo contro i lagunari.

Mister, dopo due sconfitte consecutive arriva una partita molto sentita all’interno dello spogliatoio.
“Sì, è vero i ragazzi ci tengono particolarmente a far bella figura contro il Delta. So che tra loro si conoscono quasi tutti e quindi sono sicuro che l’attenzione e la concentrazione non mancheranno”.

Tornando al match della scorsa settimana contro il Bassano, la Spal ha sofferto, ma ha avuto le occasioni per pareggiare l’incontro. C’è rammarico?
“Mah, loro erano una bella squadra. Noi siamo scesi in campo con l’atteggiamento giusto. Certo è che abbiamo mancato almeno tre palle gol che potevano darci un punto. Nonostante il risultato negativo sono soddisfatto della prestazione della squadra. E’ stata, come si dice, una sconfitta accettabile. Diversa da quella avvenuta a Salò”.

C’è stato un cambio d’atteggiamento anche da parte di chi è subentrato a partita in corso?
“Sì. Ho visto un atteggiamento diverso. Il mio sfogo al termine della gara con il Salò non era dovuto al fatto che pretendessi da un solo giocatore di cambiare la partita, ma avrei voluto vedere quella voglia di far cambiare idea al mister. Invece, contro il Bassano ad esempio Veronesi, così come col Lumezzane, è entrato subito in partita. Al di là degli errori sotto porta, magari domani non sbaglia, l’importante era creare situazioni che impensierissero la difesa. Poi capita di sbagliare e non ne facciamo un dramma”.

Fiducia dunque all’undici che ha affrontato il Bassano?
“Nove giocatori su undici saranno quelli scesi in campo contro il Bassano. Non abbiamo infortunati e tutti i ragazzi sono a disposizione. Vorrei rivedere Melli in avanti, ma per il resto saremo gli stessi di sabato scorso”.

IL PROGRAMMA DELLA 20^ GIORNATA
Real Vicenza-Albinoleffe
Mantova-Bassano
Brescia-Feralpi Salò
Sudtirol-Lumezzane
Delta Porto Tolle-SPAL
Castiglione-Vicenza
Venezia-Virtus Vecomp

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0