La capolista non lascia scampo ai biancazzurri: a Ferrara passa il Mantova per 2-0

L’impresa dell’andata per i biancazzurri non si ripete: in territorio estense la capolista Mantova guadagna meritatamente tre punti segnando una rete per tempo contro una buona Spal. Nonostante il terreno molto pesante che ha condizionato la partita, i ragazzi di Rossi sono comunque riusciti tenere testa ad una delle formazioni più competitive del torneo.

Dopo una prima fase di studio è la Spal che si rende pericolosa al 16’: De Martino recupera una palla a metà campo e serve Azzolini, l’esterno spallino crossa in mezzo ma è la difesa mantovana ad avere la meglio. La risposta dei biancorossi non si fa attendere quando due minuti più tardi Cavalli prova un tiro dalla distanza che non crea eccessivi problemi al portiere biancazzurro. La partita, giocata prevalentemente a centrocampo, prosegue senza grandi emozioni e il campo molto pesante non aiuta certamente sotto il profilo del gioco. Il Mantova al 34’ alza il ritmo del match ancora con Cavalli, che dribbla un avversario sulla fascia e mette in mezzo costringendo la difesa spallina a rifugiarsi in calcio d’angolo. Giunge il minuto 40 quando De Martino sfrutta un malinteso della retroguardia mantovana e chiama il portiere biancorosso Morandi ad esibirsi in una gran parata. Quando il primo tempo sembra concludersi sullo zero a zero, il mantovano Ferri lancia il compagno Delbar che firma la rete del vantaggio con un pallonetto di pregevole fattura.

Nella ripresa gli allenatori cambiano diversi giocatori, nell’intento di sfruttare la freschezza dei nuovi entrati. La Spal prova una timida reazione ma è ancora il Mantova ad andare vicino all’occasione del raddoppio al 52’, occasione sventata dall’ottimo intervento in uscita del portiere Pelati. I biancorossi spingono sull’acceleratore e quattro minuti più tardi trovano la via del gol: il neo entrato Dal Bosco salta più in alto di tutti e sigla la rete del due a zero battendo l’incolpevole portiere spallino. I biancazzurri provano a reagire con Mantovani al 61’ e con Ambrosini al 77’ ma entrambi i tentativi dalla distanza sono troppo deboli per creare dei veri problemi all’estremo difensore Morandi. La partita volge al termine dopo quattro minuti di recupero duranti i quali c’è spazio per un occasione dello spallino Mantovani che spara alto sopra la traversa un pallone mal liberato dalla difesa ospite.

Al termine dell’incontro abbiamo raccolto le impressioni dell’allenatore spallino Alessandro Rossi: “Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi, anche se abbiamo fatto qualche errore di troppo. Giochiamo in un campionato difficile e molto equilibrato, quindi ci sta che le partite si possano sia vincere sia perdere. A mio parere abbiamo disputato una buona partita contro una delle squadre più forti del torneo: quando giochiamo alla pari contro un avversario di questo livello mettendoci questa determinazione va bene così. Sono convinto che questo gruppo di ragazzi possa dare grandi soddisfazioni, molti di loro se continuano su questa strada passeranno alla formazione Berretti”.

SPAL – MANTOVA 0-2  (0-1)

SPAL (442): Pelati, Merighi, Saletti, Zuari (dal 22’s.t. Pugliese), Ambrosini (dal 38’s.t. Rolfini), Trapella, Azzolini (dal 1’s.t. Ugolini), Berto, Mantovani, De Martino (dal 24’s.t. Baldon), Pivelli (dal 27’s.t. Vaccari). A disp.: Farinella, Destri, Becce, Nutini. All.: Rossi.
MANTOVA (4321): Morandi, Dall’Acqua (dal 29’p.t. Boccalari), Azzoni, Ferri, Azzali, Fieni (dal 38’s.t. Corradi), Cavalli (dal 15’s.t. Dal Bosco), Singh, Delbar, Paterlini (dal 1’s.t. Sternioi), Sarzi (dal 9’s.t. Ugolini). A disp.: Schiavo, Donktor, Boccalari, Forcinti, Soumah, Gambardella. All.: Graziani.

MARCATORI: 39′ p.t. Delbar (M); 16′ s.t. Dal Bosco (M)
AMMONITI: Dall’Acqua (M), Pivelli (S), Trapella (S), Azzolini (S), Vaccari (S), Merighi (S), Boccalari (M).
NOTE: Giornata ventosa, campo pesante. Buona cornice di pubblico.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0