Varricchio segna, Menegatti conserva. Lazzari e Sereni le solite frecce

Le pagelle di Bra-SPAL. Per i biancazzurri una buona prova corale in cui spiccano gli acuti degli esterni. Come di consueto Varricchio e Menegatti sono una garanzia.

MENEGATTI 6.5 – Formidabile tra i pali, un po’ incerto nelle uscite. Salva la SPAL in avvio con un intervento prodigioso che vale quanto un gol. In seguito compie altre due parate importanti, consentendo alla squadra di non subire reti dopo sei gare consecutive con almeno un gol al passivo.

SILVESTRI 6 – Controlla bene per tutta la partita il suo diretto avversario, si fa sentire fisicamente e non concede nulla. Attento.

LEBRAN 6.5 – Il difensore veneto guida la difesa con il giusto carisma. Ha quasi sempre vita facile sulle palle aeree. Unica pecca, il cartellino giallo, davvero evitabile, ricevuto per proteste al quarto d’ora del secondo tempo sul punteggio di due a zero per la Spal.

GIANI 6 – Prova convincente. Nel primo tempo si affaccia anche in fase offensiva a supporto di Sereni. Tenta la gloria nel finale con una punizione a giro di sinistro che finisce di poco alta sopra la traversa.

LAZZARI 7 – Una continua spina nel fianco per la difesa piemontese. Con tutta probabilità Rubin se lo sognerà per alcune notti. Subisce tantissimi falli e viene ammonito al suo primo. Sicuramente poco tutelato dal direttore di gara.

CAPELLUPO 6 – Un po’ troppo lento e macchinoso rispetto al solito. Cresce alla distanza dopo un primo tempo appena sufficiente e permette di alzare il livello qualitativo del centrocampo spallino.

LANDI 6.5 – Le sue incursioni ricordano un po’ quelle di Florenzi che stanno facendo la fortuna della Roma di Garcia. Dinamico e vivace per tutta la durata del match. Suo l’assist al bacio per la testa di Berretti.

BERRETTI 7 – La maglia numero dieci sulle spalle non gli pesa per niente. Segna il gol del due a zero con un’incornata perfetta a pochi minuti dallo scadere del primo tempo. Nella seconda frazione mette a disposizione il fisico per arginare gli attacchi del Bra. Sostituito al ventisettesimo della ripresa. Miglior prestazione da quando è in biancazzurro.

(dal 27’ s.t. ARRIGONI 6.5) – Entra e si fa trovare pronto a sfruttare l’errore madornale del portiere piemontese, segnando a porta vuota il gol del definitivo tre a zero.  Cosa chiedergli di più?

SERENI 7 – Partita esemplare come nel caso del suo collega Lazzari. Il terzino biancazzurro oggi ha mostrato le sue qualità in tutto e per tutto. Tanta corsa, ottima interpretazione della fase offensiva e perfetta prova anche in difesa. Un vero e proprio treno ad alta velocità sulla corsia esterna. Mezzo punto in meno per l’ammonizione evitabile ricevuta a dieci minuti dal termine.

(39’ s.t. FANTONI s.v. ) – Pochi minuti in campo per l’esterno bresciano, quando la partita non ha più niente da offrire.

PERSONE’ 6 – Partita generosa quella del possente attaccante biancazzurro. Tanto lavoro sporco e tanto sacrificio al servizio della squadra. Non gli riescono alcune combinazioni con Varricchio, ma ha il merito di creare gli spazi giusti per il compagno di reparto.

VARRICCHIO 7 – Autentico spauracchio per la già fragile difesa del Bra. Segna il gol che apre le danze al quarto minuto del primo tempo. Nella ripresa ha almeno tre occasioni per segnare la sua personale doppietta dimostrando di essere sempre al posto giusto nel momento giusto. Salgono a quindici le reti stagionali.

(dal 34’ s.t. COZZOLINO s.v.) – Pochi scampoli di partita per il bomber campano. Non giudicabile.

GADDA 6.5 – Prepara al meglio la partita soprattutto dal punto di vista mentale. La sua SPAL torna a non subire gol, ma per l’allenatore biancazzurro ci sarà ancora molto da lavorare sulle palle inattive dove la sua squadra continua maledettamente a soffrire.

BRA
Montrucchio 5.5; Isoardi 5, Rubin 4.5 (25’s.t. Pingue 5.5), Arcari 5.5, Briano 5.5 (16’ s.t. Trabace 5.5), Prizio 6, Barbaro 6, Campanaro 6.5, Dalla Costa 5.5, Tettamanti 5.5, Fumana 5 (8’s.t. Ceolin 5.5). All.: Calamita 5,5.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0