I giocatori in visita alla scuola materna di San Bartolomeo in Bosco // FOTO

Nella mattinata di oggi una piccola delegazione di giocatori spallini ha fatto visita alla scuola materna Maria Bambina di San Bartolomeo in Bosco. Ad accogliere Cozzolino, Landi, Fantoni, Coletta, Pandiani e Paloni c’erano i bambini e gli insegnanti al gran completo, con palloncini biancazzurri e soprattutto un coro, sicuramente provato e riprovato, con l’ormai immancabile “porompompero”. Ai giocatori sono stati poi mostrati gli ambienti e le aule dell’istituto, che attualmente trova ancora luogo in un prefabbricato, mentre l’edificio principale è in riparazione dopo il sisma del 2012.

Dopo un po’ di timidezza iniziale l’entusiasmo dei bimbi ha preso il sopravvento, trascinando gli spallini in una piccola partita di calcio, e alla messa alla prova delle loro capacità artistiche con carta e pennarelli. “Abbiamo passato davvero una mattinata davvero stupenda insieme a questi bambini fantastici e ai loro insegnanti – ha commentato Giuseppe Cozzolino – sono momenti molto belli, che ci danno sempre grande serenità e tranquillità, che cercheremo di portare con noi a Crema domenica per affrontare al meglio questa partita così importante in questo finale di campionato. In più sempre questa mattina ci è arrivata la notizia che i tifosi della curva Ovest hanno deciso per l’anno prossimo di seguire la squadra anche in trasferta, e anche questa non può che essere una’ottima cosa, per poter contare anche fuori casa su quel calore e quella carica che tante volte ci ha sostenuti e aiutati nelle partita al Mazza. I nostri tifosi si sono dimostrati più di una volta un’arma importante per questa squadra, e quindi una notizia dela genere è sicuramente positiva per il proseguo di questo progetto ”.

LINK: La galleria fotografica della mattinata a San Bartolomeo in Bosco

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0