Gadda chiede tranquillità: Non facciamoci prendere da blocchi psicologici

E’ ufficialmente iniziata, con l’allenamento pomeridiano del martedì, la settimana lavorativa che preparerà la SPAL in vista della partita decisiva di domenica al “Mazza”, dove è attesa la Virtus Vecomp. Alla seduta odierna ha partecipato il gruppo biancazzurro quasi al completo. Oltre a Calvetti, l’unico giocatore rimasto ai box è stato Lebran che soffre di un problema alla spalla e sarà valutato nei prossimi giorni. La sua presenza per domenica è in forte dubbio, ma il difensore veneto farà di tutto per cercare di recuperare ed essere a disposizione per il match. Mentre la SPAL andrà alla ricerca dei tanto agognati tre punti, che metterebbero un’ipoteca bella chiara sulla presenza della squadra ferrarese nella prossima Lega Pro unica, il suo allenatore, Massimo Gadda, dovrà soffrire ancora una volta dalla tribuna vista la squalifica assegnatagli dal giudice sportivo dopo i fatti di Crema. E’ stato proprio il tecnico biancazzurro il protagonista della conferenza stampa odierna. Ecco le sue parole.

“Sinceramente non mi aspettavo questa squalifica nella maniera più assoluta. Non voglio fare polemiche per cui mi limito a dire, meglio a me che a un mio giocatore”. Gadda è poi tornato ad analizzare a mente fredda il pari di Crema: “La partita era stata preparata nel migliore dei modi, avevamo voglia di vincerla ma purtroppo non abbiamo giocato bene, ci è mancata la qualità, ma non posso rimproverare nulla ai ragazzi perché sono usciti stremati dal campo e hanno dato tutto”. Che la SPAL sia stanca è evidente agli occhi di tutti gli addetti ai lavori e non, ma è stato chiesto al tecnico spallino che tipo di stanchezza abbia la sua squadra: “Credo che questo campionato abbia stancato un po’ tutte le squadre fisicamente e mentalmente. A me, quello che preoccupa maggiormente per la SPAL è la stanchezza mentale: dobbiamo star sereni e tranquilli fino alla fine senza farci prendere da strani blocchi mentali”.

Nonostante le critiche al gioco e i quattro pari consecutivi ottenuti, l’obiettivo è a un passo e Gadda lo sa bene: “Siamo in una buona situazione, manca poco, ma mi limito a dire che non è importante come arrivarci, ma è importante arrivarci a questo traguardo che ci siamo prefissati da mesi”. Massima attenzione però alla Vecomp, che si giocherà ancora le ultime chanches di entrare nei play off: “Quella di domenica, è inutile dirlo, sarà una partita durissima, contro un avversario tosto, una squadra che subisce pochissimi gol e che ha in Conti un ottimo giocatore per il centrocampo”. Ma se la SPAL farà la SPAL… “Vincerà la partita senza dubbi – sottolinea Gadda. L’allenatore, è il caso di ricordarlo, non dovrà più tenere conto dell’età media in campo, visto il regolamento che nelle ultime tre giornate non prevede il discorso età: “Sono contento di poter scegliere liberamente, ma i nostri under giocheranno perché sono di qualità. Dietro – ha aggiunto Gadda – ho il dubbio Lebran, visto l’infortunio, nel caso sono pronti Silvestri o Paloni. A metà campo ho tantissimi giocatori a disposizione tra cui Paro che è pronto per essere utilizzato, mentre davanti posso contare su Cozzolino e Varricchio e sulla voglia e la grinta di Personè e Falomi”.  Domani la SPAL si allenerà solo al mattino, mentre giovedì pomeriggio è prevista la classica partitella in famiglia presso il Centro di via Copparo.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0