Il pensiero collettivo è già a Mantova: nella terra dei Gonzaga per chiudere il discorso promozione

Francesco COLOMBARINI (patron SPAL)
“Oggi direi che è proprio un bel pomeriggio, molto divertente, con una bella partita e una bella SPAL, che sta giocando molto bene. Spero serva in vista di Mantova questo allenamento: sarà una sfida sicuramente non facile, ma noi dovremo comunque cercare di vincere”.

 Massimiliano VARRICCHIO (capitano SPAL)
“Faremo di tutto per chiudere la stagione a Mantova centrando l’obiettivo, anche se di certo non sarà semplice, perché anche loro, più di noi, probabilmente, visto il calendario, hanno un gran bisogno di tre punti. A noi sarebbe utile anche il pareggio, per poi arrivare all’ultima in casa con più tranquillità, però è chiaro che vincere e chiudere definitivamente la pratica prima della fine, rimane il nostro obbiettivo principale”.

Come vi presenterete a Mantova?
“Con una squadra in crescita: anche domenica scorsa, al di là del risultato, secondo me si è vista una Spal, più in forma delle partite precedenti; eravamo più attivi e più capaci di tenere il pallino del gioco. Credo che ci presenteremo in buonissima forma, ma soprattutto consapevoli della posta in palio”

Ormai hai quasi raggiunto quota venti reti
“Già, ne sono orgoglioso, e ringrazio moltissimo i compagni, che mi mettono sempre nelle condizioni giuste per segnare. Farò di tutto per realizzare ancora di qui alla fine”.

 Fabio BUSCAROLI (difensore SPAL)
“Ci stiamo preparando al meglio per la prossima partita, e penso che arriveremo carichi al punto giusto per affrontare un ottimo avversario. Il Mantova ha avuto qualche intoppo durante il suo percorso, però rimane una grande squadra, e domenica prossima giocherà in casa e davanti a un bellissimo pubblico, ma sono sicuro che anche i nostri tifosi non ci faranno mancare il loro supporto in questo momento decisivo. Avremmo tutti voluto festeggiare già domenica scorsa la promozione ma non ci siamo riusciti: ora abbiamo già un’altra possibilità, e vogliamo sfruttarla per poter già festeggiare la promozione, la ciliegina sulla torta di una stagione molto positiva”.

 Davide VAGNATI (diesse SPAL)

L’amichevole contro questa rappresentativa poteva essere un’occasione per vedere qualche giocatore potenzialmente interessante. C’è qualcuno che ha attirato la tua attenzione?
“Per la prima squadra non credo di aver visto qualcuno che potrebbe rientrare nei nostri piani. Qualche giocatore interessante c’è: mi sono piaciuti Albanesi, Fagundes e Trivellato. Ma valutare qualcuno dopo averlo visti una sola volta è molto difficile, sarebbero sicuramente da rivedere”.

La Spal invece come l’hai vista?
“La Spal l’ho vista bene, in forma e con il giusto atteggiamento. Soprattutto ho visto quelli che di solito giocano meno metterci molto impegno e prendere anche questo appuntamento con molta serietà. Credo sia stata una buona occasione per allenarsi in vista della partita col Mantova, dove speriamo trovare già la promozione. E’ la classica partita che ogni giocatore vorrebbe giocare, davanti ad un bel pubblico e con una grande posta in palio, dobbiamo solo riuscire ad affrontarla con l’approccio mentale migliore, perché per il resto la squadra mi sembra in buona forma, quindi spero che riusciremo già a chiudere con un bel risultato, dando a questo campionato un finale positivo”.

Massimo GADDA (allenatore SPAL)
“Oggi abbiamo fatto un buonissimo allenamento in vista di Mantova, peccato solo per Sereni, che è stato fermato da un problema muscolare. Ora riposerà questi due giorni e poi martedì al ritrovo valuteremo la sua condizione. Speriamo non sia niente di grave, perché già doverlo fermare per qualche giorno significherebbe mettere in dubbio la sua presenza a Mantova. A parte questo, oggi, mi è piaciuta tutta la squadra, e in particolar modo la risposta e l’atteggiamento di chi ha trovato meno spazio nel corso delle ultime partite, che è stato di grande impegno e serietà”.

A Mantova che SPAL vedremo?
“A Mantova dobbiamo fare di tutto per chiudere la stagione. Dopo il risultato di domenica scorsa contro la Vecomp tutti siamo stati presi da una fortissima delusione, forse la più grande di quest’anno. Adesso il morale è di nuovo alto e il gruppo è carico. Dobbiamo scordarci la partita finale contro il Bellaria, e cercare in ogni modo di vincere  già domenica prossima per mettere la parola fine alla stagione”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0