Il sindaco Tagliani: è la rivincita della Ferrara sportiva. Il patron Francesco Colombarini: ora il futuro

Tanti personaggi illustri hanno assistito all’approdo in C unica della SPAL oggi pomeriggio. Presente sugli spalti del “Mazza”, tra gli altri, il primo cittadino Tiziano TAGLIANI che, orgoglioso della cornice allestita dai tifosi, ha sottolineato il bel momento che sta vivendo lo sport ferrarese. Ecco le parole del sindaco, che abbiamo interpellato durante l’intervallo di Spal-Bellaria: “Una splendida giornata, una bella partita, non poteva esserci pomeriggio migliore per la nostra città. Mi complimento con i tifosi per le scenografie che hanno reso questo stadio ancor più spettacolare. Stiamo vincendo 2 a 0 e direi che possiamo stare più che tranquilli, abbiamo dimostrato di essere nettamente superiori agli altri per tutti i primi 45 minuti di gioco e penso che non ci sia storia. L’unico uomo del Bellaria che ci sta dando del filo da torcere è il portiere. Sono contento, abbiamo bisogno di questa vittoria e di questa promozione, è sicuramente una delle migliori soddisfazioni degli ultimi tempi per la nostra città. Finalmente ci siamo riscattati dalle delusioni degli anni passati. Oggi è la rivincita della Ferrara sportiva”.

A soffrire prima e a festeggiare poi in tribuna vicino al presidente Mattioli era presente la presidente provinciale del Coni Luciana PARESCHI, che a fine partita ha espresso la sua gratitudine nei confronti della società e della famiglia Colombarini per aver restituito alla Spal dignità e prestigio:”Una giornata davvero meravigliosa. Sono passati 20 anni dalla mia ultima partita al “Mazza” e allora promisi che sarei tornata solo quando la Spal avrebbe potuto contare su una dirigenza seria e all’altezza. E così è stato. Ferrara si merita questa promozione, così come se la meritano i ferraresi e così come se la merita questa società, composta da persone degne della nostra attenzione e del nostro affetto più sincero”.

FRANZ COLOMBARINIAlla fine del match, siamo riusciti a sottrarre per qualche minuto dai festeggiamenti il patron spallino Francesco COLOMBARINI, soddisfatto e felice dell’intera stagione portata a termine oggi pomeriggio nel migliore dei modi. Ecco il commento del patron biancazzurro alla luce dell’obiettivo raggiunto con questa vittoria:”È una sensazione inspiegabile, una gioia davvero infinita. Sulla prestazione dei ragazzi niente da dire, in campo c’è sempre stata una squadra sola. I nostri avversari ormai non avevano futuro, noi siamo invece contenti di aver fatto una bellissima figura di fronte al nostro pubblico, chiudendo al meglio questa fantastica stagione. Per quanto riguarda l’anno prossimo, si aprono condizioni lavorative che ci tengono impegnati alla morte: ora che il passaggio di categoria è diventato realtà da martedì si cominciano a proporre progetti soprattutto per mettere a norma lo stadio in prospettiva della C unica. Per quanto riguarda la Spal in generale posso invece assicurare che l’avventura non finisce qui. Sono rimasto molto colpito dalla passione che mio figlio Simone ha messo in questa squadra, non mi sarei mai aspettato all’inizio di tutto un trasporto del genere. Pertanto faremo il possibile per portare avanti questo progetto nel migliore dei modi”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0