L’attesa per il nuovo allenatore sarà… Brevi. Accordo vicinissimo col tecnico milanese

La corsa per l’incarico di allenatore della SPAL è ormai giunta alla stretta finale. Nelle ultime 48 ore il presidente biancazzurro Mattioli e il direttore sportivo Vagnati hanno intensificato i contatti con i due allenatori in cima alla lista delle preferenze, ossia Oscar Brevi e Antonino Asta. I dirigenti spallini hanno ascoltato richieste e idee dei due candidati e molto probabilmente faranno una scelta definitiva entro giovedì sera, massimo venerdì. Il favorito in questo momento è Oscar Brevi. A meno di colpi di scena da considerarsi clamorosi, l’attuale allenatore del Catanzaro proprio in questi giorni renderà ufficiale la sua separazione dalla società calabrese e si dirigerà a Ferrara per limare gli ultimi dettagli dell’accordo con la SPAL. Tra i temi da definire anche la possibilità che Brevi porti con sé uno staff di sua fiducia. Possibile un annuncio entro il fine settimana, anche se la presentazione ufficiale non potrà avere luogo prima del 1 luglio, vista la scadenza del contratto precedente fissata al 30 giugno.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0