Si tratta per il ritorno di Di Quinzio, la pista Arma invece si complica

La prima lunga giornata di trattative milanesi ha visto la SPAL intavolare buona parte dei discorsi previsti prima della partenza da Ferrara. I fronti più caldi sono quelli che riguardano Davide Di Quinzio e Rachid Arma, e come spesso accade ci sono una buona notizia e una cattiva, o almeno così sembra. La buona notizia è che l’Albinoleffe sembra essere disponibile a un’apertura nei confronti della SPAL e domani il ds Vagnati incontrerà di nuovo il suo omologo lombardo Valoti per cercare un accordo in grado di riportare Di Quinzio a Ferrara.
Un po’ più complicato invece il percorso che porta ad Arma: il Pisa ha fatto sapere di voler aspettare la definizione di altri affari prima di aprire una vera e propria trattiva, per cui al momento il discorso rimane in ghiaccio. L’interessamento della SPAL ovviamente rimane vivo, ma un allungamento dei tempi impone alla dirigenza biancazzurra di valutare le alternative. In questo momento i candidati principali sono sempre Altinier e Gerardi. Quest’ultimo, classe 1987, ha di recente rescisso il contratto che lo legava alla Reggina ed è alla ricerca di una sistemazione in cadetteria. Ma non è da escludere possa prendere in considerazione un’offerta dalla Lega Pro a fronte di un progetto interessante come potrebbe essere quello della SPAL.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0