In attesa del bomber si sfoglia la rosa dei Primavera di serie A

Il calendario non mente: manca esattamente una settimana all’apertura ufficiale del calciomercato. La parola “ufficiale” riguarda l’effettiva possibilità di sottoscrivere nuovi contratti per la stagione 2014-2015, anche se è noto come da oltre quaranta giorni direttori sportivi e procuratori si stiano muovendo con decisione per chiudere affari di ogni genere. Luglio quindi sarà il mese della presentazione di Oscar Brevi (libero dal suo contratto col Catanzaro) e dell’arrivo più che probabile di una mezza dozzina di ragazzi che andranno a comporre la rosa della SPAL per la stagione che inizierà il 31 agosto con la prima di campionato.

Attualmente l’organico biancazzurro conta undici elementi: i confermati Menegatti, Silvestri, Giani, Sereni, Landi, Lazzari e Cozzolino, più i nuovi arrivi Pierandrei, Miglietta, Finotto e Germinale. A breve però la distinta si potrebbe allungare con nuovi arrivi, grazie soprattutto ai contatti intessuti dal ds Vagnati nelle sue sortite a Milano. Si parla soprattutto di giovani in grado di dare alla squadra il giusto equilibrio tra qualità e gioventù. In grassetto sono evidenziati i colpi più probabili, anche se non sono da escludere sorprese.

Da quasi un mese si parla dell’arrivo di Johad Ferretti del Milan e l’affare dovrebbe essere veramente fatto a meno di clamorosi ripensamenti. Meno probabile invece l’arrivo del centrocampista Alessio Innocenti che non sarebbe del tutto convinto della destinazione. Il Milan avrebbe a disposizione altri ottimi giocatori (su tutti il difensore classe 1994 Vergara e l’attaccante figlio d’arte Gianmarco Zigoni, 1991) ma sembrano irragiungibili.

Per cui la SPAL ha rivolto le sue attenzioni altrove e più in particolare alla città di Verona. Hellas e Chievo sono ricche di giovani talenti, tanto che i “mussi volanti” si sono laureati addirittura campioni d’Italia nella categoria Primavera. Ed è proprio dalla selezione allenata da Paolo Nicolato che potrebbe arrivare Simone Aldrovandi, centrale nato nel 1994 leader della retroguardia clivense. Si tratta di un difensore fisicamente già pronto per il professionismo e dotato di grande personalità. Profilo interessante è anche quello di Matteo Solini (1993), centrale mancino che nelle ultime due stagioni ha giocato con Castiglione e Reggiana.

Dal fronte opposto, ossia l’Hellas, ci sarebbe l’attaccante Alessandro Gatto, anche lui classe 1994. Nativo di Taranto e con alle spalle già diverse esperienze tra dilettanti e Lega Pro, quest’anno si è definitivamente imposto nel campionato Primavera segnando 15 gol e guadagnandosi anche una convocazione da parte di Andrea Mandorlini. Interessante anche il centrocampista Simone Calvano (93) che ha ben figurato nell’Albinoleffe a partire da gennaio.

Restando in tema gialloblu, ma spostandosi in Emilia, sarebbe vicino alla SPAL anche il centrocampista Michele Moroni (1994), cresciuto nel Parma e reduce da una buona stagione nel Gubbio. I ducali tuttavia dispongono di diversi talenti recentemente rientrati da prestiti in Lega Pro, per cui è il caso di tenere d’occhio anche i difensore Dametto (93) e Laezza (94) e l’attaccante Sprocati (94).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0