Nessun rimpianto per Brevi: A Gubbio buona prova, vogliamo crescere ancora

Digerito il boccone amaro del pareggio infrasettimanale con il Gubbio, la Spal si sta preparando per buttarsi di nuovo a capofitto nel campionato per la quinta giornata del girone B di Lega Pro. Domenica il Mazza ospiterà l’Ascoli, una delle favorite per la vittoria e sale sempre di più la febbre per quello che senza dubbi sarà un big match. E’ previsto il pienone allo stadio, tantissimi i tifosi marchigiani attesi a Ferrara per sostenere i bianconeri che dovranno fare a meno del loro capitano Berrettoni. In una cornice di pubblico sicuramente da brividi, la squadra di Brevi tenterà il colpaccio per agguantare la seconda vittoria interna consecutiva.

Il tecnico spallino si dichiara soddisfatto del percorso intrapreso fino ad oggi e promette che domenica in campo il suo gruppo non si farà intimorire da nessuno: “L’Ascoli è una delle squadre più attrezzate di questo campionato per tentare il salto di categoria. Può contare su una rosa dalle buone qualità, mix perfetto di esperienza e ragazzi giovani. Noi di certo ce la metteremo tutta e faremo la nostra partita. Conto molto sui miei ragazzi e mi aspetto che facciano bene, proseguendo la linea positiva che abbiamo iniziato domenica scorsa contro il Santarcangelo e continuato mercoledì sera contro il Gubbio. Nonostante il rammarico per la vittoria che sembrava ormai già in cassaforte, penso che la SPAL in Umbria abbia disputato una buona gara: nel primo tempo siamo stati bravi a contenere l’aggressività dei padroni di casa e soprattutto non abbiamo concesso loro un tiro in porta e nel secondo tempo li abbiamo attaccati costantemente passando meritatamente in vantaggio. Il pareggio poi è nato da un episodio particolare e non c’è stato nulla da fare, il calcio è così. Senza il rigore e la squalifica di Silvestri penso che il Gubbio difficilmente sarebbe riuscito a riprendersi. Tutto sommato sono soddisfatto, a me interessa soprattutto che la SPAL continui a crescere, a fare risultati e a consolidare una propria identità di squadra”.

La serenità del mister è turbata però dalle tante assenze in rosa: “Aldrovandi si sta allenando con il gruppo solo da nove giorni quindi, nonostante sia in fase di recupero, ha ancora bisogno di tempo. Per quanto riguarda Giani e Lazzari sono fiducioso, abbiamo ancora l’allenamento di domani mattina e poi saremo in grado di prendere le decisioni in merito”. Con anche Silvestri fuori due turni per l’episodio di mercoledì, la situazione si complica ulteriormente: “La squalifica di Silvestri ovviamente ci ha penalizzato ancora di più. Sono tranquillo perché comunque i giocatori li abbiamo e ci inventeremo qualcosa per forza, però sfido qualsiasi squadra con un reparto privo di quattro uomini a non trovarsi in difficoltà”. Il mister termina il suo intervento ringraziando il pubblico spallino per l’affetto e l’entusiasmo con cui supporta la squadra in ogni occasione: “Fa sempre piacere che la gente venga allo stadio, significa che apprezza lo spettacolo sportivo che offriamo. Siamo riconoscenti per il calore che ci hanno trasmesso i nostri tifosi e come sempre daremo il massimo per gioire insieme a loro”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0