I voti degli ex spallini in giro per l’Italia. Continua il filotto per Max Allegri

Parte dalla serie A la nostra consueta panoramica settimanale sulle prestazioni degli ex giocatori e allenatori della Spal sulla base dei voti degli inviati sui campi della Gazzetta dello Sport. Voto sette per mister Allegri sulla panca della Juventus che espugna 1-0 San Siro battendo il Milan. Panchina per Succi nel 2-2 del Cesena contro l’Empoli. Pellissier in panchina nel Chievo che perde in casa 2-3 contro il Parma.

In serie B 5 a Cacia nel crollo interno del Bologna (0-2) contro il Crotone. Manfredini in panchina nel Modena che pareggia 0-0 a Catania. Colpaccio dell’Avellino a Latina: 7 a Schiavon e assente D’Angelo nella formazione irpina. Pierobon assiste dalla panchina alla vittoria per 3-2 del suo Cittadella sul Pescara. Castiglia titolare nella Pro Vercelli che batte 4-0 il Varese: 7 è il voto per il centrocampista.

In Lega Pro girone A 2-2 tra Pro Patria e Novara: 5.5 per Miglietta nella formazione piemontese; voto 6 a Panizzi nella squadra di Busto Arsizio. Pareggio con lo stesso risultato tra Alessandria e Pavia: voto 6.5 sia a Nordi che a Marconi nei grigi; nei lombardi assente Sereni per infortunio mentre è 6 il voto per Ghiringhelli. Panchina per Lebran nel Como che batte 3-0 il Venezia e vola in testa alla classifica. 5.5 per Franchini tra i veneti. Il Real Vicenza vince 2-1 a Monza: ancora a segno Bruno (voto 7 per lui). Nei padroni di casa 6 per Beduschi. 2-1 della Feralpi Salò alla Torres: 6.5 per Bracaletti nei bresciani; panca per Costantino nei sardi. 6 a Paro e assente Fortunato nel Mantova che pareggia 2-2 a Meda contro il Renate. 6 a Personè in campo nel finale nell’Albinoleffe che perde 2-0 a Bassano. Non c’è Careri nel Pordenone che pareggia in casa contro la Giana.

Nel girone B 6 a Cangi nell’Ancona che batte 4-0 in casa la Pro Piacenza. Voto 6 ad Arma ma il Pisa non va oltre lo 0-0 interno contro la Reggiana. Titolare nella Lucchese Calistri che prende 6.5 nell’1-0 dei toscani al Pontedera. Berrettoni assente per squalifica nell’Ascoli sconfitto 1-0 a Ferrara dalla Spal. 5 a Cabeccia e stesso voto a Quintavalla nel Savona sconfitto 3-1 a Prato. 6 a Zaffagnini nell’Aquila che pareggia 1-1 in casa del Tuttocuoio. 2-2 tra Forlì e Carrarese: 6 a mister dei toscani Remondina al quinto pari in cinque partite giocate; 5.5 ad Arrigoni e 6 a Fantoni titolari nella formazione di casa. 1-1 infine nel posticipo tra San Marino e Santarcangelo: panchina per Soligo nei padroni di casa; 6 per mister Fraschetti e Evangelisti e 5.5 per Giovanni Rossi nella formazione romagnola.

Infine nel girone C Carrus prende 7 nella vittoria della sua Casertana a Pagani. Va a segno Melara nel Benevento che batte 2-0 il Foggia: 6.5 il voto per l’ala. 6 ad Agnelli nella formazione pugliese. il Savoia vince 2-0 in casa dell’Aversa Normanna: 6.5 per mister Bucaro e 6 a Cipriani al centro dell’attacco. 3-1 della Juve Stabia al Barletta: nei pugliesi 6 per Cortellini. Cinque a Izzillo nel Messina che perde in casa 5-0 dal Matera. La Lupa Roma vince in casa del Cosenza 2-1: nei calabresi voto 4.5 a Corsi mentre non c’è Ravaglia in porta.

 

 

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0