Colombarini: Punti importanti. Ferretti: Vietato guardare la classifica. Aldrovandi: Siamo un grande gruppo

Al termine della gara tra Spal e Lucchese abbiamo raccolto le impressioni del patron Simone Colombarini e di due dei protagonisti di giornata. Johad Ferretti, autore del primo gol spallino e Simone Aldrovandi che, inserito a sorpresa nell’undici titolare, ha disputato una grande partita.

Simone Colombarini (patron Spal)

“Sono molto contento, altra bella vittoria per la Spal. Oggi abbiamo concesso davvero poco all’avversario, almeno fino a quando non siamo rimasti in dieci e dopo abbiamo un pochino sofferto ma per il resto la partita è stata portata a casa tranquillamente. Sono tre bei punti che fanno classifica che danno morale alla squadra. Possiamo sicuramente parlare di un periodo positivo ma soprattutto abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti”.

Johad Ferretti (difensore Spal)

“Fa sempre piacere segnare. E’ stato il mio primo gol tra i professionisti, credo però che la cosa più importante oggi sia stata la vittoria. Ora restiamo umili, non guardiamo la classifica e pensiamo partita per partita. Sul gol ho stretto bene e sono stato anche fortunato perché la palla mi è arrivata sui piedi. Sul gol di Germinale, invece, è stata una cosa molto simile, abbiamo anche avuto un rimpallo vincente: meglio cosi (ride). Come squadra siamo cresciuti, i moduli non vogliono dire niente, oggi ad esempio la vittoria è tutta del gruppo”.

Simone Aldrovandi (difensore Spal)

“Ringrazio tutti per i complimenti. Per me è stato un inizio di stagione molto difficile visti i problemi fisici che ho accusato. Oggi ho cercato di farmi trovar pronto e sono contento per esserci riuscito dando il massimo contributo per la squadra e sono davvero felice perché è andato tutto bene. Siamo un gran gruppo, l’abbiamo dimostrato nella sofferenza e nella lotta finale. Il modulo difensivo? Gioco cosi da due anni, prima a Modena poi con il Chievo per cui mi sono trovato molto a mio agio, ma sono un giocatore duttile pronto a mettermi a disposizione dell’allenatore”.

 

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0