Bulevardi alimenta il sogno, ma poi l’Inter passa come un rullo sui biancazzurri

I Berretti biancazzurri passano in vantaggio contro l’Inter al “Giacinto Facchetti” di Milano. Ma la partita, per gli spallini, finisce meno di un minuto dopo. Svanisce l’illusione di riuscire a fare il colpaccio in casa dei nerazzurri. Peccato, perché Laquaglia e compagni erano scesi in campo senza timore.

Al primo affondo la squadra di Varricchio, oggi guidata in panchina da Massimiliano Zanoli per via della squalifica dell’ex capitano, passa in vantaggio. Azione rapida e ben sviluppata sulla destra da Farina che serve Bulevardi abile nell’uno contro uno a superare Bourmila. L’Inter, senza il fantasista spagnolo De la Fuente Gomez, con il rumeno Popa e il centrocampista De Micheli presi in prestito dal gruppo della Primavera di Stefano Vecchi, reagisce in mezzo minuto. E’ Cassani a trovare il pareggio. La SPAL cincischia e non aggredisce il nerazzurro che salta un paio di uomini e batte Ranieri sul palo di competenza. Il sorpasso porta la firma di De Micheli. Ranieri rinvia cercando Farina, che tuttavia subisce il pressing avversario. Ne approfitta De Micheli. Pochi minuti dopo ancora De Micheli stacca su corner e trova la doppietta personale. In meno di un quarto d’ora la SPAL va KO.

Le cose non migliorano nella ripresa. E’ Zonta a prendersi la scena con una doppietta personale. Prima supera Ranieri su punizione, poi concretizza una bella triangolazione veloce. Poco prima del fischio finale Piacentini dichiara chiuso il set approfittando dell’ennesima disattenzione spallina. Ai biancazzurri è mancata la cattiveria agonistica adeguata per affrontare un avversario con qualità e individualità superiori. “Peccato, – dice a fine gara Massimiliano Zanoli- siamo entrati in campo ben organizzati e con il giusto atteggiamento. Li abbiamo messi in difficoltà passando in vantaggio, ma il pareggio è arrivato con una disattenzione enorme. Non si può prendere gol con undici uomini dietro la linea della palla a squadra schierata. Poi c’è stata troppa disattenzione. Abbiamo subito quattro gol su palla inattiva. E’ una sconfitta pesante. Passare in pochi minuti dal vantaggio all’1 a 3 ha cambiato la partita, non siamo riusciti a riprenderla in mano”.

INTER-S.P.A.L. 6-1 (3-1)
INTER: Bourmila, Colombini, Sobacchi, Brambilla (dal 25’s.t. Crespo Diaz), Piacentini, Popa, Zonta (dal 17’s.t. Mariani), De Micheli, Silenzi, Panatti (dal 17’s.t. Bernardi), Cassani. A disp.: Capaccio, Sgarbi, Galtarossa. All.: Cerrone.
S.P.A.L.: Ranieri, Ambrosini, Farina, Atzori (dal 17’s.t. Berto), Laquaglia, Sorrentino, Concas, De Martino, Bulevardi, Scarpi (dal 17’s.t. Rolfini), Baldon (dall’35’s.t. Mantovani). A disp.: Anselmi, Merighi, Milan, Pivelli. All.: Zanoli (squalificato Varricchio)

ARBITRO: sig. Ferrario di Lecco.
MARCATORI: 10’ Bulevardi (S), 11’ Cassani (I), 20’ e 24’ De Micheli (I), 47’ p.t. e 53’ Zonta (I), 83’ Piacentini (I).
AMMONITO: Sorrentino (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0