La mancanza di precisione costa cara ai biancazzurri: a fare festa è il Venezia

I Giovanissimi Nazionali tornano senza punti dalla trasferta di Scorzè, dove i padroni di casa dell’Unione Venezia si sono imposti per 2-1. Se non altri i biancazzurri possono rientrare con la consapevolezza di aver disputato una della migliori prestazioni sino ad oggi, con il risultato che non li ha premiati a causa del poco cinismo in zona gol.

La SPAL di mister Casoni era reduce dal primo successo stagionale sabato scorso ai danni del Real Vicenza, mentre i veneziani erano tornati al successo nell’ultimo turno, con un rotondo 5-0 ai danni del Bassano, dopo aver totalizzato solo due punti in cinque partite oltre alla vittoria all’esordio. Tutti disponibili per mister Casoni, che rispetto all’ultima partita preferisce solo Makelele a Frighi nel ruolo di terzino destro. Al cospetto di un avversario anch’esso propositivo, che ha messo in mostra anche alcune belle geometrie in mezzo al campo, i biancazzurri, come detto, hanno creato almeno sette o otto occasioni da gol, un paio anche all’interno dell’area piccola, sbagliando però molto spesso la scelta nel momento decisivo. L’Unione Venezia ha invece trovato il vantaggio al 30′ con Carpitella che, da posizione angolata, ha incrociato bene, non lasciando scampo a Roncarati. Il raddoppio dei lagunari è arrivato al 28′ della ripresa, quando Punicella, con un bel taglio alle spalle della difesa ferrarese, in sospetto fuorigioco, si è trovato solo davanti a Roncarati e, con freddezza, non ha sbagliato.

Una doppia beffa per la SPAL, che non ha però mollato e, sospinta dai nuovi entrati Lodi e Tafuro, ha accorciato le distanze nei minuti di recupero proprio con Lodi, bravo a sorprendere la difesa avversaria sugli sviluppi di un calcio di punizione ed a beffare Baesse in uscito con un bel pallonetto. Un gol che ha rinvigorito ulteriormente i biancazzurri che, sempre con Lodi, un minuto dopo hanno anche sfiorato un incredibile 2-2.

A fine partita mister Casoni commenta così questa sconfitta immeritata: “Mi dispiace molto perché creiamo tantissimo, ma non riusciamo a concretizzare e ottenere anche qualche risultato che, per come lavoriamo in settimana, i ragazzi meriterebbero. Se ne facciamo un discorso di sole occasioni, oggi sarebbe dovuta finire minimo 5-2 per noi. Dobbiamo migliorare in termini di scelte, anche della parte del piede da utilizzare davanti alla porta, perché li ci arriviamo comunque spesso. Come succede da un paio di partite ce ne torniamo a casa con i complimenti dello staff tecnico avversario, che ha riconosciuto come i ragazzi cerchino sempre di giocare, cosa che non tutte le squadre purtroppo fanno. Ci tengo a sottolineare la prova di Lodi, un ragazzo che ha cominciato con noi e che sta crescendo molto. Oggi, oltre a segnare il 2-1, ha avuto sul piede anche la palla dal pareggio che avrebbe meritato perché è un ragazzo che si impegna tantissimo. Se fino ad oggi l’ho utilizzato poco è solo perché i ragazzi bisogna metterli dentro quando ci sono le condizioni per farli rendere al massimo”.

UNIONE VENEZIA-S.P.A.L. 2–1 (1-0)

UNIONE VENEZIA: Baesse (dal 40′ s.t. Enzo), Soffia (dal 12′ s.t. De Bortoli), Tagliapietra (dal 33′ s.t. Spigariol), Cassandro, Donadello, Fido, Caramello, Duse (dal 25′ s.t. Punicella), Castagna (dal 15′ s.t. Nunziante), Manoli (dall’8′ s.t. Senigaglia), Carpitella. A disp. Locatelli, Zender. All. G. Zannier.

S.P.A.L.: Roncarati, Makelele (dal 22′ s.t. Frighi), Nitube, Ferrari, Aguiari, De Angelis, Serafini (dal 17′ s.t. Gaglio), Soverini, Caushi (dal 12′ s.t. Lodi), Tomasini (dal 17′ s.t. Targa), Gotti (dal 23′ p.t. Tafuro, dal 33′ s.t. Russo). A disp. Marchi, Masotti, Pellielo. All.: R. Casoni.

MARCATORI: 30′ p.t. Carpitella (UV), 28′ s.t. Punicella (UV), 36′ s.t. Lodi (S).
AMMONITI: Ferrari (S) e Aguiari (S).

LINK: Risultati 8a giornata di andata
LINK: La classifica

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0