Prestazione della squadra di Perinelli: Hellas Verona battuto a domicilio

La parola ”impresa” nella lingua italiana può voler dire molte cose. Tra le altre impresa è anche “un’espressione che determina la propria perplessità nell’intraprendere un’azione di cui sono evidenti le difficoltà e le scarse possibilità di riuscita”. Impresa è quindi a pieno titolo quella riuscita a mister Perinelli (o meglio, ai suoi ragazzi) nel difficile campo di Verona. No, non è sterile trionfalismo: una formazione rimaneggiata di continuo, mutilata da infortuni più o meno di lunga durata, costretta a dover pescare dalle selezioni inferiori per schierarne undici e che dopo un periodo di risultati altalenanti va a vincere a Verona, merita un applauso.

La partita, alla fine della corsa equilibrata, per la SPAL non è mai stata in discussione nonostante gli estensi abbiano giocato praticamente mezza gara con un uomo in meno a causa dell’espulsione al 50′ di Karapici. Al 22′ per gli ospiti è già ora di esultare: Braghiroli dopo una bella discesa sulla fascia calcia in porta battendo Quartarolo con un preciso diagonale. Il raddoppio estense arriva dodici minuti più tardi su regalo della difesa veronese che ingenuamente atterra Ingenito. Dal dischetto Maghini mette la sua firma tra i marcatori di giornata portando il risultato sul due a zero. La SPAL, come anticipato, resta in dieci uomini e i veneti approfittando della superiorità numerica spingono sull’acceleratore accorciando il passivo grazie alla rete di Aloisi. La speranza di pareggiare viene però stroncata dal gol di Maghini che, sfruttando un maldestro rinvio del portiere locale, mette a terra e gonfia la rete per la seconda volta. L’Hellas Verona però non si arrende e al 79′ riesce a segnare il secondo gol con Cherubin: non sarà sufficiente per portare a casa punti; la SPAL grazie ad una prestazione maiuscola esce vittoriosa dal Campo Sportivo “G. Fano” di Verona raggiungendo di fatto in classifica gli avversari odierni.

HELLAS VERONA – SPAL 2-3 (0-2)

HELLAS VERONA: Quartarolo, Cinti, Polato, Prandini (dal 52′ Gecchele), Affaticati (dal 46′ Franchetto), Ghiotto, Cherubin, Forgia, Aloisi, Dentale, Martins Gomes (dal 59′ De Anna). A disp.: Carletti, Gaburro, Cottini, Gardini, Menegazzi. All.: Pellegrini Davide.
SPAL: Corato, Ambrosini, Sarto, Karapici, Scarparo, Yevstyunin, Braghiroli, Dalla Vedova, Ingenito (dal 52′ MInarelli), Maghini, Boreggio (dal 80′ Anostini). A disp.: Pelati, Conti. All.: Fabio Perinelli.

ARBITRO: Rasia di Bassano (Assistenti: Tebaldi e Valerio).
MARCATORI: 22′ Braghiroli (S), 34′ rig., 76′ Maghini (S), 62′ Aloisi (HV), 79′ Cherubin (HV).
AMMONITI: Dalla Vedova (S), Scarparo (S), Polato (HV), De Anna (HV).
ESPULSI: Karapici (S).
NOTE: terreno in discrete condizioni, spettatori 50 circa.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0