Colpaccio della Berretti: violato il campo del Mantova capolista

E’ una Berretti ormai entrata nel ruolo di guastafeste quella di Max Varricchio, che oggi ha espugnato il “Nuvolari” di Roncoferraro con il risultato di 2-0. Dopo aver messo fine all’imbattibilità casalinga del Bassano due settimane fa, i giovani biancazzurri questa volta hanno voluto superarsi, battendo a domicilio il Mantova primo in classifica, che fino ad oggi aveva sempre vinto in casa, subendo un solo gol. Un’altra vittoria di prestigio e in trasferta dunque, che però aumenta anche il rammarico per alcune sconfitte casalinghe contro squadre certamente molto meno attrezzate, come successo la settimana scorsa a Masi Torello contro il Real Vicenza.

Formazione praticamente obbligata per mister Varricchio oggi, viste le assenze di Rolfini, Nava, Bulevardi, Pivelli, Utzeri, a cui si è aggiunto l’attacco influenzale che ha colpito Fortini; recuperati solo per la panchina invece Milan e Sorrentino. In campo si rivede Atzori al fianco di Merighi, Curci torna nel suo ruolo naturale dopo aver giocato due partite da centrocampista mentre il peso dell’attacco è tutto sulle spalle di Baldon. Panchina per due ragazzi degli Allievi Nazionali, Dalla Vedova e Maghini. SPAL che parte bene e mette subito in difficoltà i virgiliani. Al 15′ episodio molto contestato nell’area mantovana, con Berto che viene nettamente agganciato, ma Castellano dice che si può proseguire. Nove minuti dopo arriva il gol del vantaggio per i biancazzurri, con Concas che lascia sul posto un avversario sulla trequarti, entra in area e con un pallonetto che bacia la parte inferiore della traversa supera il portiere. É sempre la SPAL a controllare la partita, senza subire particolari pericoli dalle parti di Ranieri e rischiando anche il raddoppio prima della fine del primo tempo.

Il Mantova primo in classifica però rientra dagli spogliatoi con un piglio diverso e, complice una SPAL un po’ rilassata, costringe Ranieri agli straordinari in apertura di ripresa, con un doppio intervento, prima sulla conclusione e poi sulla respinta. Scossa dal rischio del possibile 1-1, la SPAL riprende le misure in campo, difendendosi con grande ordine e cercando di colpire in contropiede. Su uno di questi Caporale si prende il secondo giallo e lascia i suoi in dieci. All’84’ altra ripartenza dei biancazzurri contenuta in angolo dalla difesa mantovana; sugli sviluppi del calcio da fermo è Curci ad andare più in alto di tutti e a chiudere la partita, insaccando la palla sul palo più lontano di testa. I ragazzi di mister Varricchio chiuderanno l’anno sabato prossimo in casa contro il San Marino, che oggi ha battuto il Gubbio abbandonando l’ultimo posto in classifica; una partita che non vedrà in campo, però, Ambrosini, Laquaglia e Concas, che saranno squalificati.

MANTOVA-S.P.A.L. 0–2 (0-1)

MANTOVA (4231): Cvekovic, Singh (dal 22′ s.t. Azzali), Caporale, Leoni, Menini, Offin, Priori (dal 10′ s.t. Signorino), Ferri, Paterlini, Manarin, Del Bar. A disp. Fiori, Dall’Acqua, Saumah Yaya, Gabrieli, Rotunno. All. E. Pavesi

S.P.A.L. (4231): Ranieri, Ambrosini, Farina, Atzori, Laquaglia, Curci, Berto (dal 36′ s.t. Mantovani), Merighi, Baldon, Concas (dal 27′ s.t. De Martino), Scarpi (dal 44′ s.t. Milan). A disp. Anselmi, Sorrentino, Dalla Vedova, Maghini. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Castellano di Bergamo
MARCATORI: 24′ p.t. Concas (S), 39′ s.t. Curci (S).
ESPULSI: al 25′ s.t. Caporale (M) per doppia ammonizione.
AMMONITI: Ambrosini (S), Laquaglia (S), Berto (S), Concas (S), Merighi (S).

LINK: Risultati della 13ma giornata di andata
LINK: La classifica

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0