Il Pordenone fa il Grinch e guasta il Natale dei Giovanissimi con un gol a tempo scaduto

La sfortuna è diventata ormai un compagno di viaggio abituale per i Giovanissimi Nazionali in questa stagione. Nell’ultima partita ufficiale del 2014, giocata domenica mattina a Baura, i ragazzi di mister Casoni hanno assaporato il gusto della vittoria fino al 73′ minuto, quando su un tiro da fuori area di Pramparo, un suo compagno, in evidente posizione di fuorigioco, ha deviato involontariamente il pallone impedendo a Roncarati di intervenire. Nel complesso si tratta però di un risultato giusto, con la partita che si era sbloccata su un calcio di un rigore dopo essere stata in grande equilibrio.

Due cambi nell’undici iniziale per mister Casoni, con Tomasini e Frighi che prendono il posto in campo di Aguiari e Targa rispetto a quanto visto nell’ultima partita a Verona. Primo tempo molto intenso, con le squadre che si danno battaglia soprattutto in mezzo al campo, su un terreno di gioco abbastanza sconnesso dopo le piogge delle ultime settimane. La prima occasione è per i biancazzurri al 14′, con un bel tiro dalla distanza di Soverini che costringe Della Colletta a distendersi sulla sua destra. Rispondono due minuti dopo gli ospiti, con un diagonale di Ottone che finisce poco lontano dal palo. Le emozioni latitano, la SPAL ha uno spirito più combattivo del solito, mentre il Pordenone mette in mostra alcuni interessanti schemi su calcio d’angolo. Al 30′ Caushi viene anticipato nell’area piccola da un difensore friulano, dopo la bella azione sulla destra di Gaglio. Sempre Caushi protagonista pochi istanti dopo, partendo forse oltre la linea difensiva avversaria, ma a tu per tu col portiere lo colpisce in pieno prima di toccare di mano ed essere ammonito. Un giallo che poteva costargli caro sul finire del primo tempo, con l’arbitro che lo grazia dopo una vistosa trattenuta. Al 32′ ci prova ancora Ottone su punizione, col il suo tiro a giro vicino all’incrocio dei pali.

La ripresa inizia con un ritmo decisamente blando, fin quando al 12′ Tomasini, da rimessa laterale di Makelele, si gira in un fazzoletto e scalda le mani a Della Colletta. Il Pordenone ci prova al 14′ con un tiro alto da lontano di Dedej, prima di sfiorare il vantaggio al 20′ con De Piero che si vede respingere una conclusione da dentro l’area piccola dall’ottimo Roncarati. Mister Casoni inserisce Serafini al posto di Gotti e il nuovo entrato viene subito atterrato in area da Barbierato: dal dischetto Soverini mette palla da una parte e portiere dall’altra. Che la partita non sia comunque in discesa per la SPAL lo si capisce subito sulla successiva ripresa del gioco, quando i friulani con un’azione tutta in verticale liberano Serafin davanti al portiere, con la conclusione di quest’ultimo che termina poco alta. La beffa per i biancazzurri arriva però al 38′, quando, su una respinta della difesa spallina, Pramparo calcia al volo trovando sulla sua traiettoria un compagno in netto fuorigioco che spiazza Roncarati. Finale un po’ teso tra le due panchine, con quella del Pordenone accusata di non aver tenuto un comportamento sportivo nei confronti dei giovani ferraresi.

A fine partita è evidente il rammarico di mister Casoni per il modo in cui è maturato il risultato: “É un pareggio arrivato al terzo minuto di recupero, in netto fuorigioco, ma il risultato è questo e bisogna accettarlo. Rimane comunque l’ottima prestazione, in una partita giocata a ritmi molto alti da entrambe le parti, con molto agonismo, anche se poi si sono viste, secondo me, alcune belle giocate. Oggi pressare l’avversario era un po’ più semplice, visto che il campo di Baura è più stretto rispetto a quello di Masi Torello”

S.P.A.L.-PORDENONE 1– 1 (0-0)

S.P.A.L. (4231): Roncarati; Frighi, Ferrari, Ntube, Makelele; De Angelis, Soverini; Gaglio (dal 18′ s.t. Cazzola), Tomasini (dal 15′ s.t. Pellielo), Gotti (dal 10′ s.t. Serafini); Caushi (dal 38′ s.t. Lodi). A disp. Mazzanti, Aguiari, Targa, Russo. All.: R. Casoni.

PORDENONE (4312): Della Colletta; Barbierato, Pramparo, Anzolin, Dedej; Castellet, Ottone (dal 10′ s.t. Rizzetto), Consorti (dal 31′ s.t. Verardo); Da Riva (dal 20′ Gjini); De Piero, Costa (dal 7′ s.t. Serafin). A disp. Colesso, Patti, Marson, Piva, Redzepi.

MARCATORI: 23′ s.t. Soverini (S) su rig., 38′ s.t. Pramparo (P).
AMMONITI: Consorti (P), Caushi (S), Frighi (S).
NOTE: mattinata umida con cielo coperto, terreno in cattive condizioni. Spettatori 50 circa. Angoli: 7 a 2. Recupero: pt 1’ st 4’.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0