Per Ferri prestazione super, gli auguri e un’assicurazione: Raggiungeremo gli obiettivi

Protagonisti a confronto, anche in sala stampa. Michele Ferri ha chiuso il suo 2014 con una prestazione di altissimo profilo, mentre Vincenzo Pipitone ha dimostrato di poter essere prezioso pur con qualche problema nella metà offensiva.

Michele Ferri

Michele, tu che conosci bene Casadei, quante volte lo hai visto sbagliare quattro tiri liberi di fila?
“Mai e non credo gli sia mai successo in carriera. È strano perché è uno che ha giocato in situazioni di pressione senza mai tirarsi indietro. Ma sono sicuro che il primo ad essere stupito e che farà in modo che non accada più è proprio Daniele”.

Come valuti la partita?
“Dovevamo chiuderla prima, sappiamo che qualcosa non è andato bene soprattutto in attacco. Prendiamo comunque i due punti, ma loro sono stati bravi a non mollare fino alla fine. Sappiamo però che queste cose, a maggior ragione in trasferta, le paghi”.

Come vedi all’interno della tua carriera questo anno solare che si sta avviando alla conclusione?
“Sono estremamente orgoglioso di stare a Ferrara, ma devo dividere le due stagioni. L’anno scorso abbiamo giocato sopra le aspettative malgrado gli infortuni e la conclusione della stagione mi sta ancora qui; quest’anno le aspettative sono molto alte e, malgrado le difficoltà, cercheremo di soddisfarle. Ne approfitto per fare gli auguri a tutti i tifosi”.


Vincenzo Pipitone

Vincere è sempre molto bello, oggi avete rischiato, ma l’importante era finire il 2014 con due punti.
“Venivamo da un periodo difficile, anche considerando che è ancora più difficile allenarsi sotto le feste. Ma l’importante era vincere anche se ci siamo riusciti grazie ad un errore avversario proprio all’ultimo tiro”.

Oggi te la sei vista contro Krubally, uno dei più forti della lega nel tuo ruolo.
“Sì, è uno dei migliori, anche guardando le statistiche. Stasera l’abbiamo limitato, ma è comunque stato in grado di fare una buona partita mettendo insieme una doppia-doppia grazie a diversi rimbalzi e qualche tiro facile di troppo”.

Anche oggi hai avuto dei problemi di falli.
“Sì e mi dà fastidio perché il lavoro in settimana è molto e alla fine non riesco a esprimermi al meglio per colpa dei falli. Ho comunque fatto ciò che mi chiedeva la squadra anche se ho segnato pochi punti”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0