Per Zigoni manca solo l’annuncio, ora si guarda a difesa e centrocampo: due nomi sul taccuino

La chiusura dell’accordo tra Milan e SPAL per il prestito di Gianmarco Zigoni può essere considerata a pieno titolo la prima mossa del calciomercato biancazzurro. L’attaccante nativo di Verona ora deve solo ricevere il via libera dal Monza, squadra da cui è in uscita dopo sei mesi di prestito. I passaggi burocratici per far sì che Zigoni possa esordire già da lunedì sera contro la Reggiana sono complessi, ma da via Copparo sembra trapelare una certa fiducia. Sviluppi in tal senso sono attesi nelle prossime ore, prima bisognerà aspettare l’annuncio ufficiale da parte della società.

Nel frattempo il ds Vagnati va avanti nella ricerca di altri giocatori con cui puntellare l’organico di mister Semplici. Soprattutto perché la trattativa con l’esterno Giancarlo Lisai sembra essere definitivamente saltata. Il giocatore della Torres inizialmente era stato inserito in uno scambio con lo spallino Matteo Legittimo, ma il difensore ha rifiutato il trasferimento a Sassari. Nel frattempo sembra aver raggiunto un’intesa col Grosseto, squadra in cui ha giocato nella scorsa stagione. Per cui, a meno di riaperture clamorose, Lisai rimarrà in rossoblu.

Chi invece sembra avvicinarsi è il giovane Giulio Sanseverino, centrocampista polivalente classe 1994. Attualmente Sanseverino gioca nel Savoia (Lega Pro, girone C), ma i problemi societari della società campana potrebbero fargli cambiare maglia. Cresciuto nelle giovanili del Palermo (ha debuttato anche in serie A e B), può ricoprire sia il ruolo di mezz’ala nel 433, sia quello di trequartista nel 4231 grazie alla sua rapidità. Finora con i Biancoscudati ha messo insieme dieci presenze e due gol. L’interessamento della SPAL sembra essere concreto, resta da capire se da parte del Savoia ci sia la volontà di intavolare una trattativa. Voci di mercato riguardano anche Dario Campagna, terzino destro dell’Arezzo nato nel 1987 che potrebbe ereditare la maglia numero due del partente Johad Ferretti. Cresciuto nel vivaio della Juventus, Campagna ha poi trascorso tre anni e mezzo all’Hellas Verona prima di passare sei mesi a Piacenza e infine approdare a Venezia. Svincolato dai lagunari, in estate si era accasato ad Arezzo. Non sorprenderebbe se dovesse rientrare in uno scambio col suo coetaneo Domenico Germinale, visto che ai toscani l’attaccante sembra interessare.

Chi invece non arriverà a Ferrara sarà Danilo Alessandro. L’attaccante della Casertana, ex Real Vicenza, sembra essere molto vicino alla Pro Piacenza e quindi potrebbe incontrare la SPAL da avversaria nel girone di ritorno. Discorso molto simile anche per Roberto Floriano, che sta per lasciare Barletta in direzione Pisa. In caso di approdo in nerazzurro l’affollamento nell’attacco di mister Braglia diventerebbe evidente. Gli indiziati numero uno per una cessione sono Giuseppe Giovinco (1990) e Francesco Stanco (1987). Quest’ultimo in particolare potrebbe fare al caso dei biancazzurri in caso di addio a uno tra Germinale e De Cenco, anche se da battere ci sarebbe la concorrenza di almeno tre o quattro club di Lega Pro, tra cui la Lucchese.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0