La Berretti è più forte delle assenze e sbanca anche Pordenone con un meritato 3-1

Un’altra vittima eccellente si aggiunge alla collezione stagionale della Berretti di Max Varricchio che oggi ha espugnato il “Bottecchia” di Pordenone, violando così dopo quelle di Mantova e Bassano, anche l’imbattibilità casalinga dei neroverdi. Una vittoria che rilancia le ambizioni play-off dei biancazzurri dopo il passo falso di Forlì, visto che tutte le squadre in lizza con i ferraresi per un posto alla fase finale oggi hanno perso, il Bassano in casa col Mantova e il Forlì in casa con il Venezia.

Sempre molti gli assenti a cui deve far fronte mister Varricchio, al rientro in panchina dopo il turno di squalifica in occasione della partita col Forlì: agli squalificati Atzori e Scarpi, si aggiungono le indisposizioni a vario titolo di Bulevardi, Merighi, Raspadori e Rolfini, mentre Concas si accomoda in panchina, ma anche lui non è in grado di scendere in campo. Per la terza volta in stagione però il mister biancazzurro può contare sui prestiti dalla prima squadra di Rosina e Bellemo. Quest’ultimo si sistema in mezzo al campo con Curci, sempre più a suo agio in quel ruolo, mentre Farina avanza di qualche metro in sostituzione di Scarpi sulla sinistra. É proprio il biondo esterno ferrarese a trovare il gol del vantaggio dopo tre minuti, con un bel tiro dal limite dell’area di destro che si insacca nel sette, dove Indovina non può arrivare. La SPAL continua a premere e al 22′ raddoppia con Curci che, a pochi passi dalla porta, trova la conclusione giusta in mischia. È un primo tempo tutto a tinte bianoazzurre e al 38′ potrebbe arrivare anche il gol del 3-0, ma Laquaglia da posizione defilata non trova lo specchio della porta di testa. Nel finale il sig. Tortolo annulla giustamente un gol ai friulani per fuorigioco.

Il Pordenone rientra in campo con tutt’altro piglio rispetto ai primi quarantacinque minuti e infatti, dopo tredici minuti, riesce subito ad accorciare le distanze con Tulissi che approfitta di una leggerezza dei difensori ferraresi che tardano oltremodo a liberarsi del pallone in area. La SPAL soffre un po’, arretrando il suo baricentro e, in un paio di occasioni, deve pensarci Ranieri ad uscire sulle trequarti per sventare le iniziative avversarie, come fa il suo più famoso collega Neuer nel Bayern Monaco. Mister Varricchio vede le difficoltà dei suoi e passa ad un più compatto 4-5-1, inserendo intorno alla mezz’ora Ambrosini al posto di Berto. Il Pordenone tiene ancora il pallino del gioco, ma fatica a rendersi pericoloso e all’84’ Rosetti chiude definitivamente i conti con una bella semirovesciata all’altezza del dischetto del rigore che si insacca nell’angolino opposto.

A fine partita, mister Varricchio non nasconde il suo entusiasmo per questo successo molto importate: “Oggi i ragazzi hanno fatto tutti una grande partita, nonostante le diverse assenze e qualche giocatore adattato; in questo devo dire che ci hanno dato una grossa mano sia Rosina sia Bellemo, che la prima squadra ci ha prestato. Dopo venti minuti eravamo già 2-0 contro una squadra comunque forte. Siamo andati 2-1 a inizio secondo tempo e ci siamo sbilanciati un po’, cosi ho deciso di passare al 4-5-1, infatti dopo non abbiamo più rischiato niente e alla fine abbiamo fatto anche il terzo gol in contropiede. È una vittoria strameritata. Ora dobbiamo cercare di avere più continuità nel girone di ritorno, visto che i risultati di oggi ci hanno portato a soli due punti dalla seconda, con tre posti addirittura da giocarsi in vista della fase finale del campionato”.

PORDENONE-S.P.A.L. 1–3 (0-2)

PORDENONE: Indovina, Perin, Bignucolo, Di Salvo (dal 29’ p.t. Baruzzini), Tulissi, Zanata, Pignata, Bianchini, Savo, De Gregorio, Guerra (dal 22’ s.t. Donà). A disp.: Menegazzo, Squizzato, Endrigo, Sutto, Benedetto. All.: Baruzzo.

S.P.A.L.: Ranieri, Nava, Rosina, Curci (dal 12’ s.t. De Martino), Laquaglia, Sorrentino, Berto (dal 27’ s.t. Ambrosini), Bellemo, Rosetti, Farina, Mantovani (dal 45’ s.t. Milan). A disp.: Anselmi, Concas, Pivelli. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Tortolo di Cervigano del Friuli (UD).
MARCATORI: 3’ p.t. Farina (S), 22’ p.t. Curci (S), 13’ s.t. Tulissi (P), 39’ s.t. Rosetti (S).
AMMONITI: Bignucolo (P), Pignata (P), Bianchini (P), De Gregorio (P), Brauzzini (P), Curci (S), Rosina (S), De Martino (S).

LINK: Risultati 1a giornata di ritorno
LINK: La classifica

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0