Bassano implacabile: cinque gol e durissima sconfitta per i Giovanissimi di Casoni

“È faticoso commentare un 5-0 così”. Inizia con queste parole l’analisi della partita di mister Casoni, dopo che i suoi Giovanissimi sono tornati da Bassano con un netto 5-0 al passivo. La classica partita storta, con le cose che iniziano male con l’autogol di Makelele dopo un quarto d’ora, e finiscono peggio, con tre gol nella ripresa, due dei quali in contropiede con la squadra sbilanciata in avanti. Un passo indietro rispetto all’ottimo momento che i biancazzurri stavano attraversando, pur considerando a questa età gli alti e bassi sono abbastanza frequenti.

Che non sarebbe stato tutto facile, nonostante il pessimo rendimento dei veneti in casa, lo si capisce già dalla formazione che mister Casoni presenta, dalla quale mancano per assenze a vario titolo giocatori molto importanti per questa squadra, tra cui Frighi, Aguiari, Ntube e Tomasini. Da segnalare, invece, il debutto dal primo minuto al centro della difesa per il classe 2001 Lorenzo Valesani e la seconda presenza a referto per i coetanei Mazzoni, Montanari e Artioli, tutti impiegati nel corso dei secondi trentacinque minuti. La SPAL approccia molto bene l’incontro e ha almeno tre nitide palle gol da pochi passi nei primi dieci minuti di gioco. Tuttavia, come spesso accade, a farla da padrona è l’imprecisione dei giovani attaccanti biancazzurri. Sul primo traversone dalle parti di Marchi è invece il Bassano a portarsi in vantaggio, complice lo sfortunato autogol di Makelele che nel tentativo di rinviare al volo svirgola e beffa il proprio portiere. Nel finale arriva anche il secondo gol, con Bianco che approfitta di un tardivo disimpegno dei difensori ferraresi e di destro non lascia scampo a Marchi con un tiro dal limite dell’area.

I biancazzurri rientrano in campo decisi ad accorciare subito le distanze e spostano inevitabilmente il baricentro del loro gioco in avanti. Il Bassano ne approfitta subito e dopo nemmeno sette minuti porta a tre le sue reti, ancora una volta con una conclusione dal limite dell’area di Bianco, che stavolta trova anche la complicità di Marchi. É il gol che sostanzialmente mette la parola fine alle speranze di rimonta dei ragazzi di Casoni. I veneti arrotondano ulteriormente il risultato nel corso del secondo tempo, prima al 57′ con una punizione tesa da posizione defilata di Munari che non trova deviazioni in mischia ma che si insacca sul palo opposto e, cinque minuti dopo, con un gol in contropiede di Zardo.

Queste le parole di mister Casoni a fine partita: “Siamo partiti molto bene come all’andata, sbagliando almeno tre gol facili, anche se non è mai semplice metterla dentro. Poi su un’autorete siamo andati sotto e quello che ci ha ammazzato psicologicamente forse è stato il terzo gol, perché dopo è stata dura per i ragazzi. Anche se hanno continuato a giocare, a proporre, ma si sono un po’ allungati e loro hanno trovato le altre due reti. Dispiace perché ultimamente, ma anche oggi, si erano visti segnali positivi, però effettivamente abbiamo commesso degli errori che era da un po’ che non facevamo, quindi dovremo rimetterci sotto e lavorare di più. Dal punto di vista dell’impegno però non posso rimproverare nulla ai ragazzi”.

BASSANO-S.P.A.L. 5-0 (2-0)

BASSANO: Fantoni, Bontorin (dal 1′ s.t. Avmed), Baldo (dal 6′ s.t. Biotto), Popovic, Andreatta, Lazzaro, Bianco, Munari N. (dal 10′ s.t. Munari D.), Montagner (dal 10′ s.t. Zardo), Tonolo (dal 6′ s.t. Meneghetti), Parolin (dal 18′ s.t. Iandolo). All. L. Parise.

S.P.A.L.: Marchi, Russo (dal 19′ s.t. Artioli), Makelele, Ferrari, Valesani (dal 21′ s.t. Montanari), De Angelis, Gaglio (dal 13′ s.t. Tafuro), Pellielo (dal 13′ s.t. Targa), Caushi (dal 18′ s.t. Mazzoni), Soverini, Serafini (dal 13′ s.t. Lodi). A disp. Roncarati. All.: R. Casoni.

MARCATORI: 15′ p.t. aut. Makelele, 34′ p.t. Bianco, 7′ s.t. Bianco, 22′ s.t. Munari D., 27′ s.t. Zardo.

LINK: Risultati 2a giornata di ritorno
LINK: La classifica

Foto di Fabrizio De Simone

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0