L’Ancona fa soffrire i biancazzurri, ma arriva lo stesso un punto conquistato a tempo scaduto

La Berretti torna dal “Dorico” di Ancona con un preziosissimo punto, arrivato al 94′ con la trasformazione di un calcio di rigore da parte di Scarpi che ha fissato il risultato sul definitivo 2-2. Un punto che sicuramente può dirsi guadagnato dai bianczzurri, apparsi oggi molto giù di tono rispetto alle ultime uscite e sempre costretti a recuperare.

La novità più eclatante nell’undici iniziale schierato in campo da Max Varricchio è sicuramente la panchina per Davide Scarpi, reduce da un attacco influenzale negli ultimi giorni e sostituito dal rientrante Berto sulla destra. Nel ruolo di terzino destro, invece, complice la squalifica di Nava, torna dal primo minuto Ambrosini.
Il primo tempo, come il resto dell’incontro peraltro, non è sicuramente bello dal punto di vista tecnico, con i marchigiani che la mettono sul lato dell’agonismo, favoriti da un terreno di gioco non all’altezza per la pioggia caduta nel corso della settimana e da un direttore di gara troppo incline a interrompere il gioco ad ogni minimo contatto. Poche le occasioni, se si eccettua un diagonale uscito di poco di Rosetti. La sfida si anima però nei minuti finali, quando al 40′ Salsiccia sorprende la difesa biancazzurra e insacca in rete. La reazione degli spallini però non si fa attendere e nemmeno dopo quattro minuti Atzori aggiusta subito le cose con un colpo di testa all’altezza del dischetto del rigore che non lascia scampo a Fabrizi.

La ripresa inizia con Scarpi in campo al posto del già ammonito Milan, che nel corso dei primi quarantacinque minuti era stato tra i migliori insieme a Atzori, con Farina che arretra la sua posizione sulla sinistra. L’inizio della SPAL è però da incubo e nell’arco dei primi quattro minuti sono da segnalare il secondo gol di Salsiccia, arrivato con modalità analoghe a quello del vantaggio, un palo colpito e un rigore non concesso all’Ancona. L’Ancona, come accaduto nella partita di andata, utilizza tutti mezzi possibili per guadagnare tempo e i biancazzurri, oggi sempre secondi nell’arrivare sul pallone, faticano a rendersi pericolosi, tranne su una mischia in area che porta a diverse conclusioni respinte in ogni modo possibile della difesa marchigiana. Mister Varricchio prova a raddrizzare le sorti dell’incontro prima dando maggior fisicità al centrocampo inserendo Merighi e poi passando a una sorta di 3-3-4 con Belfiore sulla destra. Le occasioni latitano, Merighi viene espulso per doppia ammonizione in modo piuttosto fiscale, ma il carattere mostrato, nonostante la giornata avversa, premia i ferraresi che al 94′ trovano il gol del pareggio grazie al rigore messo a segno da Scarpi, concesso per un fallo di mano in mezzo alla mischia.

Nel post partita la soddisfazione di mister Varricchio è legata soprattutto al punto conquistato: “Si tratta di un punto d’oro dopo una prestazione sicuramente non sufficiente. Oggi dal punto di vista dell’agonismo, dell’arrivare prima sulle seconde palle, della determinazione, non c’è stato confronto, con i nostri avversari che ci sono stati di gran lunga superiori, cosa che ha fatto la differenza tra due squadra abbastanza simili tecnicamente. Avevo parlato ai ragazzi di queste qualità dell’Ancona, ma forse non si aspettavano che la partita sarebbe stata così difficile. Non è facile trovare qualcuno sufficiente oggi, a parte Atzori e Milan”.

ANCONA-S.P.A.L. 2–2 (1-1)

ANCONA: Fabrizi, Lombardi, Gatti, Petrolini (dal 26’ s.t. Tanasi), Paoletti, Gasbarroni, Mascambroni (dal 25’ s.t. Capotondo), Salciccia, Terrè (dal 43’ s.t. Berkane), Falcinelli, Montagnoli. A disp.: Bortoluzzi, Maceratesi, Passaro, Nicoletti. All. D. Finocchi.

S.P.A.L.: Ranieri, Ambrosini (dal 27’ s.t. Belfiore), Milan (dal 1’ s.t. Scarpi), Atzori, Laquaglia, Sorrentino, Berto (dal 15’ s.t. Merighi), Curci, Rosetti, Farina, Raspadori. A disp.: Anselmi, De Martino, Mantovani, Baldon. All.: M. Varricchio.

ARBITRO: Sig. Pantaloni di Ascoli Piceno.
MARCATORI: 39’ p.t. Salsiccia (A), 44’ p.t. Atzori (S), 4’ s.t. Salsiccia (A), 49’ s.t. Scarpi (S) su rig..
ESPULSI: al 39’ s.t. Merighi (S) per doppia ammonizione; al 41’ s.t. Zanoli, vice allenatore Spal, per proteste.
AMMONITI: Terrè (A), Atzori (S), Milan (S).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0