Cittadella corsaro sul campo di Migliaro, Casoni è deluso: Paghiamo i troppi errori in difesa

I Giovanissimi Nazionali gettano al vento, ancora una volta, la possibilità di fare un risultato utile, stavolta contro un Cittadella che torna da Migliaro con un 2-1 non certo meritatissimo. I ragazzi di Casoni hanno messo in luce in questa partita quello che è un po’ il copione già visto in più circostanze in questa stagione, ovvero una prestazione nel complesso buona, grosse difficoltà dal punto di vista realizzativo, ma soprattutto incredibili amnesie difensive che finiscono spesso per vanificare tutti gli sforzi profusi. Lo stesso mister a fine partita è tornato un po’ su questi temi, non nascondendo una certa delusione: “È stata una partita equilibrata, ben giocata secondo me, in cui le occasioni pericolose degli avversari le abbiamo regalate noi con troppa facilità, mentre noi per far gol dobbiamo tirare in porta più volte e far fatica. Nel primo tempo ci sono state due giocate di sufficienza in cui abbiamo dato la palla nei piedi agli attaccanti del Cittadella, mentre nel secondo tempo stavamo attaccando noi e abbiamo commesso un altro errore di leggerezza. Io sono il primo che vuol giocare il pallone, ma loro sanno quando devono farlo, perché ci sono situazioni pericolose in cui la soluzione migliore è allontanare la palla, come avvenuto sul loro secondo gol in cui il nostro centrale di destra era tutto a sinistra”.

La SPAL si presentava con quasi tutti gli effettivi a disposizione ad eccezione di Gotti e Cazzola. Mister Casoni, come anticipato nell’intervista settimanale, ha insistito sugli esperimenti delle ultime partite, schierando Serafini nel ruolo di terzino destro e affiancando a Caushi davanti l’altra punta a sua disposizione, cioè Leonardo Lodi. Il primo tempo è molto piacevole, sostanzialmente equilibrato, anche se ad avere qualche occasione in più sono i veneti, quasi tutte dovute a errori in disimpegno dei biancazzurri, ad eccezione del colpo di testa dopo sei minuti di Planna su cross di Rizzolo. Al 14′ a sbagliare in fase di impostazione è Ferrari, ma il diagonale di Pasinato termina tra le braccia di Roncarati. Dieci minuti dopo nuovo pasticcio della difesa ferrarese e Rizzolo da buona posizione si vede respingere la sua conclusione di destro da un ottimo intervento dell’estremo difensore spallino. La SPAL crea poco nei primi venticinque minuti e si vede solo con due conclusioni dalla distanza di Pellielo e Soverini. La partita si anima nel finale. Al 27′ la panchina biancazzurra chiede una spinta su Caushi, l’arbitro lascia proseguire e sulla ripartenza Pasinato non sbaglia da due passi sull’invito di Galdiolo. Il gol subito sveglia i padroni di casa che al 34′ prima impegnano Vettorel con un bel colpo di testa di Gaglio che il portiere veneto deve mettere in angolo e poi trovano il pareggio, proprio sugli sviluppi del calcio piazzato di Soverini, con Lodi che sottomisura non sbaglia.

La ripresa si gioca su ritmi molto più bassi. Partono meglio i veneti, che al 40′ sfiorano il gol del 2-1 con Rizzolo, che si libera all’altezza del rigore, ma non riesce a trovare la porta sulla punizione dalla trequarti di Galdiolo. La risposta della SPAL arriva al 48′ con Caushi che viene anticipato all’ultimo da Vettorel dopo la bella azione sulla destra di Gaglio. Le due squadre si equivalgono, ma la sensazione è che il Cittadella sia un po’ stanco e che da un momento all’altro la SPAL possa piazzare il colpo decisivo. Purtroppo però al 55′ arriva l’ennesimo errore dei biancazzurri negli ultimi metri, con i difensori che tardano a rinviare, lasciando un pallone comodo a Turetta che mette in mezzo dove per il neo entrato Baratto è un gioco da ragazzi segnare. I ragazzi di mister Casoni accusano il colpo e negli ultimi quindici minuti non riescono a produrre una reazione significativa.

S.P.A.L.-CITTADELLA 1–2 (1-1)

S.P.A.L. (4231): Roncarati; Serafini (dal 27′ s.t. Frighi), Aguiari (dal 3′ s.t. Ntube), Ferrari, Makelele (dal 34′ s.t. Tafuro); De Angelis (dal 28′ s.t. Targa), Pellielo (dal 34′ s.t. Russo); Gaglio, Lodi (dal 13′ s.t. Tomasini), Soverini; Caushi. A disp. Mazzanti. All.: R. Casoni.

CITTADELLA (433): Vettorel; Giacobbo, Zarpellon, Scalco, Zubnon; Turetta, Preciso (dall’8′ s.t. Favero), Galdiolo; Pasinato, Planna (dal 6′ s.t. Baratto), Rizzolo. A disp. Niero, Marini, Pagini, Pizarro, Agostini. All. M. De Rossi.

MARCATORI: 27′ p.t. Pasinato (C), 34′ p.t. Lodi (S), 20′ s.t. Baratto (C).
AMMONITI: Pellielo (S).
NOTE: mattinata con cielo coperto, terreno in discrete condizioni. Spettatori 100 circa. Angoli: 7 a 6 per la Spal. Recupero: pt 1’ st 3’.

LINK: Risultati 6a giornata di ritorno
LINK: La classifica

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0