Il punto di Teramo come stimolo verso la salvezza, Cottafava: Cerchiamo di arrivarci presto

Atmosfera decisamente sollevata in casa SPAL. Il rigore trasformato da Fioretti al 91° sul campo del Teramo è stata una bella boccata di ossigeno per l’ambiente biancazzurro e sembra aver restituito morale a fiducia a una squadra che ha bisogno soprattutto di questo, assieme ai punti in classifica, per affrontare il rush finale e accantonare il prima possibile la pratica “salvezza”. Il pareggio nell’ostica trasferta abruzzese sembra aver caricato gli spallini, decisi più che mai ad allontanarsi in fretta dall’ombra della zona playout. Marcello Cottafava, presente oggi pomeriggio in conferenza stampa, ha analizzato il match di domenica, sottolineando i progressi rispetto alle partite precedenti, nonostante ci sia ancora tanto lavoro da fare: “Arrivavamo da una brutta prestazione con il San Marino e siamo riusciti a strappare un punto a una delle concorrenti più accreditate del campionato, quindi il risultato è stato sicuramente positivo, soprattutto in un momento della stagione in cui non ce ne andava bene una. Abbiamo giocato una partita di sacrificio e non è stata una performance esaltante, ma abbiamo fatto un passo avanti rispetto ad Ascoli, giocando con più concretezza e andando al sodo con il rigore di Fioretti. Adesso dobbiamo continuare su questa linea, cercando di migliorare anche altri aspetti”.

Il difensore, approdato in biancazzurro con il mercato di riparazione per garantire maggiore esperienza e personalità alla retroguardia ferrarese, dichiara di non essere ancora al 100% delle sue potenzialità: “Sto entrando gradualmente in condizione, partita dopo partita sto riprendendo il ritmo entrando nel tessuto della squadra. Non è facile arrivare a gennaio e inserirsi in fretta in un gruppo già consolidato, inoltre chi fa il nostro lavoro non è mai abbastanza soddisfatto. Continuerò a dare il massimo per aiutare la SPAL a raggiungere i suoi obiettivi”. Obiettivi che in questo momento sono abbastanza ridimensionati rispetto alle aspettative di qualche mese fa. In tanti pensano che la SPAL abbia a che fare con una classifica ingrata, che non rispecchi appieno le potenzialità dell’organico, ma prima di puntare a posizioni più prestigiose secondo Cottafava l’imperativo è raccogliere punti preziosi per salvarsi il prima possibile: “Nel calcio come nella vita si ha a che fare con quello che è adesso, non con quello che è stato. Penso che la posizione in classifica rispecchi quello che la SPAL è adesso, nonostante tutti sappiamo di avere ampi margini di miglioramento sia a livello individuale che collettivo. Ora dobbiamo solo pensare a salvarci in fretta”. Domenica al “Mazza” la SPAL ospiterà il Prato e sarà l’occasione perfetta per avvicinarsi al traguardo e rincuorare i tifosi con una vittoria: “Senza dubbio domenica giocando in casa tutti si aspettano i tre punti, noi per primi. Quindi fare bottino pieno con il Prato è fondamentale, così come saranno importanti anche le gare a seguire”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0