I Giovanissimi non bissano il successo dell’andata: a Vicenza finisce 2-2 contro il Real

I Giovanissimi Nazionali non riescono a bissare il successo ottenuto all’andata, l’unico per ora in stagione, e tornano dallo “Speggiorin” di Vicenza con un 2-2 che lascia loro molto rammarico. I biancazzurri si sono fatti rimontare due volte, ma a differenza di quanto accaduto sette giorni prima contro il Cittadella, dove la sconfitta era stata frutto di errori individuali, per come si sono sviluppati i gol dei veneti bisogna ammettere che la fortuna in questo ha ben altri clienti rispetto ai giovani ferraresi.

SPAL che si presenta con soli diciassette uomini a referto, con il difensore Nicolò Russo che si è aggiunto alla lista degli indisponibili nella giornata di venerdì a causa di un infortunio che probabilmente lo terrà fuori fino al termine del campionato. La formazione iniziale ricalca quasi totalmente quella vista contro il Cittadella a Migliaro, con il solo Ntube che prende il posto di Aguiari in difesa. Non passano più di dieci minuti e sono gli spallini a portarsi in vantaggio, dopo una bella azione sviluppata dalla sinistra, con Caushi che è lesto a ribadire in rete sulla respinta di Castegnaro, impegnato precedentemente dalla conclusione di Soverini. La SPAL continua a essere padrona del campo e crea almeno un altro paio di nitide palle gol. Puntualmente, però, arriva il pareggio dei padroni di casa al 18′, con Pennacchio che si ritrova tra i piedi, un po’ fortunosamente, un cross che era stato prima svirgolato e poi rimpallato in mezzo all’area e da buona posizione non lascia scampo a Roncarati.

Il biancazzurri tornano in vantaggio al 16′ del secondo tempo, con Soverini che riceve palla al limite dell’area di rigore, salta un avversario e di destro infila Castegnaro. La gioia del nuovo vantaggio dura però lo spazio di tre minuti, quando su una punizione da quaranta metri, Roncarati manca l’uscita, forse viene commesso un fallo su Frighi, e in mezzo a tutto questo Rom mette la palla in fondo alla rete per il 2-2. Prima del triplice fischio finale, ci prova ancora Soverini, ma Castegnaro in giornata di grazia chiude la porta.

Un pareggio dunque che lascia ben poca soddisfazione tra i giovani spallini, come si può capire dalle parole di mister Casoni a fine partita: “È un pareggio che ci lascia tanto rammarico, perché siamo sempre stati davanti. Dopo esser andati in vantaggio, abbiamo sbagliato il 2-0 un paio di volte e loro sono riusciti a pareggiare su un mezzo rimpallo; nel secondo abbiamo segnato nuovamente, ma su un infortunio del nostro portiere, con i ragazzi che dicono che c’è stato un fallo su Frighi, è arrivato il 2-2. Abbiamo avuto un’altra occasione grossa con Soverini, oltre a qualche altra situazione, ma non siamo riusciti più a segnare. La partita l’abbiamo fatta noi e loro hanno segnato non tirando praticamente in porta per tutti i settanta minuti. Mi dispiace anche perché ci tenevamo a dedicare questa vittoria a Nicolò Russo, che si è fatto male in allenamento venerdì e dovrà star fermo per un po’; lui è un ragazzo che, nonostante non abbia giocato molto finora, è da prendere come esempio, visto l’impegno e la positività che ci mette quando scende in campo.”

REAL VICENZA-S.P.A.L. 2–2 (1-1)

REAL VICENZA: Castegnaro, Elia (dall’11’ s.t. Signorin), Farinello, Mantiero, Mele (dal 17′ s.t. Ferretto), Morato, Radosavljevic (dal 15′ s.t. Maglio, dal 30′ s.t. Tecchio), Rom, Suella (dal 3′ s.t. Carli, dal 26′ s.t. Aggrey), Pennacchio, Mosele. A disp. Pianetti. All. Benetti.

S.P.A.L.: Roncarati, Serafini (dal 5′ s.t. Frighi), Makelele, Ferrari, Ntube, De Angelis (dal 25′ s.t. Tafuro), Gaglio (dal 17′ s.t. Targa), Pellielo, Caushi, Soverini, Lodi (dall’11’ s.t. Tomasini). A disp. Mazzanti, Cazzola. All.: R. Casoni.

MARCATORI: 11′ p.t. Caushi (S), 18′ p.t. Pennacchio (R), 16′ s.t. Soverini (S), 19′ s.t. Rom (R).

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0