SPAL multata… per i petardi degli altri. Ma per fortuna è solo un errore. Togni entra in diffida

Sulla carta il comunicato settimanale del giudice sportivo non doveva comprendere grandi notizie riguardanti la SPAL, invece con grande sorpresa la società biancazzurra è menzionata in quanto multata di mille euro. La ragione? I due botti fatti esplodere durante SPAL-Prato… dai tifosi del Prato. Dalle parti di via Copparo rassicurano immediatamente: si tratta di un refuso di chi ha assemblato il comunicato, in realtà è la società toscana a dover pagare la multa in questione, come conferma anche la formula (“propri sostenitori in campo avverso”) utilizzata nel documento. Ci mancherebbe altro.

Sul fronte disciplinare poco altro da segnalare, se non che Romulo Togni ha incassato la settima ammonizione stagionale e per questo entra nella lista dei diffidati in compagnia di Tommaso Silvestri. Il Grosseto, prossimo avversario della SPAL, dovrà invece fare a meno di Thomas Pichlmann, uno dei suoi giocatori più rappresentativi. L’austriaco dovrà stare fermo per ben tre turni “per comportamento gravemente e reiteratamente offensivo verso un assistente arbitrale”.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0